Hamilton vince a Monza davanti al compagno di squadra Bottas. Gradino basso del podio per la Ferrari di Vettel

Autodromo Nazionale di Monza, Italy. Sunday 03 September 2017. Lewis Hamilton, Mercedes AMG, and Sebastian Vettel, Ferrari, spray the champagne on the podium. World Copyright: Zak Mauger/LAT Images ref: Digital Image _56I9818

Raikkonen taglia il traguardo in quinta posizione. Ricciardo rimonta dalla 16a posizione alla quarta. Usa sola sosta per tutti i piloti sul circuito più veloce dell’anno.

Monza, 3 settembre 2017 – Come previsto, quasi tutti i piloti hanno scelto una strategia ad una sola sosta supersoft-soft per il Gran Premio d’Italia, vinto da Lewis Hamilton.

Il pilota Mercedes si porta così in testa alla classifica del Mondiale con tre punti di vantaggio su Sebastian Vettel. Strategia alternativa, invece, per Daniel Ricciardo, partito dalla 16ª posizione in griglia a causa di una penalità. Ricciardo ha anche segnato il miglior tempo della giornata, di due secondi più veloce rispetto a quello dello scorso anno a parità di gomme.

Dopo la pioggia torrenziale caduta durante le qualifiche del sabato, la gara si è disputata in condizioni di asciutto, con 28 gradi di ambiente e 37 di asfalto.

Mario Isola, responsabile Pirelli Car Racing: “Come avevamo previsto, quasi tutti i piloti hanno scelto una strategia ad una sola sosta. Daniel Ricciardo ha fatto un ottimo uso della strategia per recuperare 12 posizioni, e il suo tempo mostra quanto le monoposto e gli pneumatici siano più veloci quest’anno, nonostante a Monza dettino legge soprattutto i rettilinei”.

Sebastian Vettel: “Oggi non eravamo veloci come le Mercedes ma, considerando da dove siamo partiti, abbiamo ottenuto il miglior risultato possibile in gara. Non è stato l’ideale, ma stiamo lavorando molto su quello che vogliamo ottenere. I prossimi circuiti dovrebbero essere più a nostro favore. Sappiamo di dover lavorare su noi stessi e dove. Sono stato contento di essere tornato qui con tutti i nostri tifosi. Ho sentito tanta adrenalina stando sul podio. Certamente avrei voluto vincere, ma sono sicuro che siamo sulla strada giusta. Non è stata una giornata fantastica per noi, ma allo stesso tempo è stato stupendo percepire tutta la passione. Essere il leader del Campionato non è importante tanto quanto vincerlo. Conta la posizione che si ha all’ultima gara. E’ chiaro dove vogliamo andare e cosa vogliamo raggiungere”.