Avbelj vince, Sandrucci si conferma leader: a Vallelunga la Clio Cup Italia regala ancora emozioni

Bostjan Avbelj, Clio Cup Italia 2017. Vallelunga
Bostjan Avbelj, Clio Cup Italia 2017. Vallelunga

Campagnano di Roma, 10 settembre 2017 – Il quinto e penultimo appuntamento della Clio Cup Italia che si è disputato sul circuito romano di Vallelunga, ha avuto un epilogo inaspettato.

Dopo che sabato a regalare spettacolo erano stati Gustavo Sandrucci, Nicola Rinaldi e Simone Di Luca, autori di un’accesa bagarre e in questo stesso ordine alla bandiera a scacchi, a imporsi nella seconda gara del weekend è stato Bostjan Avbelj, 26enne pilota della Lema Racing e alla sua seconda apparizione nel monomarca riservato alle RS 1.6 turbo dopo il debutto di Brno. Lo sloveno, presente come “wild card” e quindi trasparente ai fini della classifica, con il bagnato ha dimostrato di avere un ottimo passo, portandosi al comando nelle battute iniziali e rimanendoci fino all’arrivo.

Alle sue spalle ancora lotta accesa tra il poleman Sandrucci e Rinaldi, con Di Luca (pure lui “wild card”) sempre nel ruolo di terzo incomodo. A chiudere secondo e virtualmente primo è stato quindi Sandrucci; il viterbese della Melatini Racing, che in Gara 1 era riuscito a riprendersi la leadership della classifica nei confronti di Rinaldi (Essecorse), ha ulteriormente esteso a 12 lunghezze il proprio vantaggio sul campano. Proprio Rinaldi nelle fasi conclusive è stato però protagonista di un paio di contatti con Di Luca (compagno di squadra di Sandrucci), che sono costati a entrambi una penalità di dieci secondi. Alla fine, nonostante tutto, Di Luca è potuto salire sul gradino più basso del podio, mentre Rinaldi ha portato a casa i punti del quarto posto, che sulla carta equivale ad un secondo piazzamento.

Un fine settimana per metà positivo quello del turco Berkay Besler, al via con un’altra vettura della Essecorse e nella circostanza quinto davanti a Franco Caruso. Il siciliano dell’Oregon Team, dopo avere fatto il suo rientro a Misano in un monomarca Renault a 20 anni esatti dalla sua “ultima volta”, si è ben distinto lottando inizialmente per il secondo posto, prima di scivolare sesto. Con il settimo piazzamento di Gara 2, che ha fatto seguito al sesto di Gara 1, Felice Jelmini si è confermato con la vettura della Composit Motorsport tra i più veloci. Ma la matematica non gli consentirà nella conclusiva tappa di Imola di lottare per il primato assoluto.

“È stata una gara molto dura, con le condizioni della pista rese molto difficili dalla pioggia che è caduta tutto il giorno – ha commentato Avbelj – Sono felice, perché questa in fondo era solo la mia seconda gara nella Clio Cup Italia”.

A rendersi protagonista con la vettura della Clio Cup Press League di Renault Italia è stato Sergio Pastore, che ha rilevato al volante Sergio Remondino (Autosprint), 15° sabato in Gara 1. Il giornalista di Megamodo, alla sua prima esperienza su questa pista, si è comportato ottimamente riuscendo a portare al traguardo in 14ª posizione la vettura gestita dall’Oregon Team.

Il prossimo appuntamento della Clio Cup Italia, l’ultimo del calendario 2017, è in programma il primo weekend di ottobre sul circuito del Santerno.

Il campionato (top 5): 1. Sandrucci 216 punti; 2. Rinaldi 204; 3. Jelmini 135; 4. D. Nardilli 94; 5. Danetti 91.