Van der Mark pronto a sostiruire Valentino Rossi

Michael Van der Mark

Il pilota Superbike sostituirà il Dottore ad Aragon. Jarvis: “Spero che Valentino torni il più presto possibile”

L’assenza di Valentino Rossi pesa sul MotoGP™ e sulla sua scuderia, il team Movistar Yamaha. Fuori dalla gara casalinga di Misano a causa di un infortunio alla tibia e al perone, il nove volte iridato con tutta probabilità sarà sostituito da Michael Van der Mark nel prossimo GP ad Aragon, in programma dal 22 settembre.

Michael Van der MarkA livello di regolamento una scuderia è obbligata a trovare un rimpiazzo di un pilota dopo dieci giorni dalla sua defezione e, nella quattordicesima prova stagionale, per rimpiazzare Rossi la Casa dei tre diapason ha scelto il suo ventiquattrenne alfiere delle derivate di serie anche se Valentino sta facendo dei grandi progressi nel suo recupero per tornare in pista, data prevista: il GP del Giappone.

Per giovane olandese l’appuntamento d’Aragona sarà la grande occasione di salire sulla M1 della scuderia di Iwata per la quale difende i colori nella massima competizione del WorldSBK e, recentemente, ha corso la 8 Ore di Suzuka, vincendola.

Lin Jarvis, direttore Yamaha Motor RacingLin Jarvis, direttore Yamaha Motor Racing: “Non è mai facile rimpiazzare un pilota, figuriamoci se si tratta di Valentino. Ma crediamo che Michael ha le credenziali e l’esperienza per fare un buon lavoro. Gli daremo tutto il supporto per fargli vivere al meglio questa opportunità. Spero che Rossi continui a migliorare velocemente come sta facendo e di vederlo in sella alla sua moto il prima possibile”.

Michael Van der MarkMichael Van der Mark: “Sono entusiasta per questa grandissima opportunità. Non ho mai guidato una MotoGP™ e quindi sarà una esperienza completamente nuova per me. Sono molto curioso di vedere come mi adatterò anche se credo che non sarà facile il debutto nelle libere senza un test iniziale. Nonostante questo, sono molto grato a Yamaha per la dimostrazione di fiducia e la grande opportunità che mi è stata data”.