Dicevano che era impossibile, ma per Brembo nemmeno questo lo è

foto by Otto Moretti

Jorge Lorenzo (99), il vincitore Marc Marquez (93) ed Andrea Dovizioso (04) in un momento iniziale della gara MotoGP Gran Premio di San Marino 2017 (foto by Otto Moretti)
Jorge Lorenzo (99), il vincitore Marc Marquez (93) ed Andrea Dovizioso (04) in un momento iniziale della gara MotoGP Gran Premio di San Marino 2017 (foto by Otto Moretti)

Stezzano, 12 settembre 2017 – Domenica scorsa Marc Marquez (Repsol Honda Team) ha conquistato il Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini di MotoGP con i dischi freno Brembo in carbonio nonostante la pioggia caduta durante la gara.

Al secondo e terzo posto Danilo Petrucci (OCTO Pramac Racing) e Andrea Dovizioso (Ducati Team) che invece avevano optato per i dischi freno Brembo in acciaio.

Una vittoria inimmaginabile solo qualche anno fa e che smonta la dicotomia fra carbonio e asciutto da una parte, acciaio e bagnato dall’altra. A renderla possibile è stato il sensazionale miglioramento registrato negli ultimi anni dai dischi in carbonio realizzati da Brembo.

Merito dei processi produttivi sempre più precisi e del materiale impiegato, decisamente più evoluto rispetto al carbonio utilizzato in passato. Un risultato che conferma l’imprinting di Brembo per l’innovazione tecnica.

In oltre 4 decenni di competizioni motoristiche, Brembo è riuscita a rompere alcune tradizioni consolidate, introducendo soluzioni tecniche che sembravano impossibili da realizzare o anche solo inopportune e che poi sono diventate la tecnologia dominante.

c.s. Brembo S.p.a.