Pedrosa vince nel trionfo di Marquez

Il numero 26 HRC fa sua la gara a Valencia, Marquez è campione del mondo. Per Ducati una sconfitta

Marc Marquez vince il suo sesto titolo iridato nell’ultimo GP della stagione al Ricardo Tormo. Il migliore della domenica è però Dani Pedrosa che fa sua la gara davanti a Johann Zarco (Monster Yamaha Tech 3). Andrea Dovizioso e il Ducati Team sono battuti con il forlivese che è vittima di una caduta e si ritira, stessa sorte per Jorge Lorenzo. Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) chiude una stagione complicata al quinto posto, a Valencia è il migliore dei piloti italiani.

Marquez è ancora una volta il re della categoria e parte dalla pole mettendosi subito al comando di una gara decisiva. Subisce l’attacco di Zarco e scivola in seconda posizione, piazza comunque utile al titolo. A sette giri dalla fine va largo alla curva 1 dopo una ‘salvata’ miracolosa e perde contatto con i primi. Sono attimi di tensione ma non è finita, rientra in quinta piazza prima dell’uscita di scena dei due piloti Ducati che gli spianano la strada verso l’ennesimo successo iridato. Chiuderà come terzo, quanto basta per essere incoronato per la sesta volta campione del mondo, quattro di queste in MotoGP™.

Ottima la partenza dalla quinta casella di Pedrosa che sembra avere il passo del collega di scuderia. La gara del veterano Honda è spettacolare. Resta con i primi non commettendo errori e attacca Zarco nell’ultimo passaggio. È la seconda vittoria di una stagione molto positiva fatta di altri sette podi.

Buona gara anche per rookie francese che dalla seconda casella della griglia di partenza. Zarco è da subito all’inseguimento della Honda e ha la meglio sul numero 26 forte delle ottime prestazioni della sua M1 2016. Poi supera anche su Marquez. La lotta tra i due anima a tratti la testa della corsa. Con l’errore del numero 93 Zarco prova a giocarsi la vittoria ma sulla sua strada trova Pedrosa che lo costringe alla seconda piazza e al terzo podio dell’anno.

Dovizioso è impegnato nella rincorsa al titolo iridato. Distante di 21 punti allo spegnersi del semaforo del via, la sua impresa però non si realizzerà. La corsa del numero 4 inizia dalla terza fila e resta in quinta posizione. Per quasi tutta la prova il forlivese è in coda al collega di box Jorge Lorenzo che sbaglia e va a terra. Ma anche il finale di Desmo Dovi è amaro e il secondo della classe è vittima di un fuoripista con caduta alla curva 8. Si ritira tra l’applauso del box dopo aver combattuto per una intera stagione.

Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) ha faticato per tutto il fine settimana. Successivamente alla partenza dalla settima casella è protagonista del duello con Andrea Iannone (Suzuki Ecstar) che ha perso posizioni dopo l’avvio dalla prima fila. Il Dottore non molla e alla fine è il miglior italiano sotto la bandiera a scacchi chiudendo in quinta posizione davanti a Iannone. Maverick Viñales (Movistar Yamaha MotoGP) termina la stagione in antitesi di come era iniziata, tra le difficoltà al dodicesimo posto. Meglio di tutti loro Alex Rins, rookie del team Suzuki Ecstar, che chiude al quarto posto.

In completo ‘rosso totale’ le Aprilia che presentano la nuova livrea per una iniziativa benefica. Aleix Espargaro cade a tre giri dalla fine.

I primi test ufficiali del 2018, si svolgeranno martedì 14 e mercoledì 15 novembre sulla pista del circuito Ricardo Tomo di Cheste.