Una strepitosa Ferrari conquista il doppio podio in Brasile

il podio del Gran premio del Brasile
il podio del Gran premio del Brasile.

Bottas si inserisce in mezzo alle due rosse. Hamilton si “accontenta” del quarto posto dopo aver già conquistato matematicamente il titolo dalla scorsa gara, dopo una rimonta strepitosa resta giù dal podio per meno di due secondi.

Interlagos, 12 novembre 2017 – Sebastian Vettel su Ferrari conquista il Gran Premio del Brasile con una strategia vincente a un pit stop da supersoft a soft. Il pilota tedesco ha preso la testa della gara nel corso di un primo giro ricco d’azione e ha effettuato il suo unico pit stop senza perdere la leadership.

Due strategie alternative si sono messe in luce durante la gara. Lewis Hamilton (Mercedes) partito dalla pit lane, è stato uno dei cinque piloti ad aver scelto al via pneumatici soft anziché supersoft. È riuscito a recuperare numerose posizioni prima di fermarsi nel corso del giro 43 per montare pneumatici supersoft, le cui prestazioni extra gli hanno permesso di arrivare 4° al traguardo.

Daniel Ricciardo è partito su pneumatici soft dalla 14ª posizione in griglia dopo aver subito una penalità e ha perso terreno dopo un contatto nelle prime fasi di gara. Costretto a un pit-stop anticipato al primo giro, dove ha montato ancora pneumatici soft, ha poi optato per i supersoft nelle fasi avanzate della gara. Anche il suo compagno di squadra Max Verstappen ha effettuato due pit stop, chiudendo la gara 5° con pneumatici supersoft.

Sebastian Vettel: “Credo che questa sia stata una delle gare più difficili della stagione, non c’era margine per commettere errori. La mia partenza non è stata perfetta, ma sufficiente a superare Bottas. Dopo, però, Valtteri era sempre molto vicino e avevamo lo stesso passo, ma io ho spinto a fondo e sono riuscito a prendere un certo vantaggio. Questa vittoria è importante per me e per la squadra. Dopo tanto tempo è stato fantastico riuscirci. Sono contento per la squadra perché ha attraversato un paio di settimane non facili, con lunghe nottate e tanto lavoro, e con il grande sostegno dalla sede del team. Dedico questa vittoria a tutti loro, ai ragazzi in pista e a quelli che hanno lavorato a Maranello. E’ stato molto difficile per noi, ma oggi è un grande giorno e voglio ringraziare la mia squadra e i nostri tifosi. Speriamo di fare una bella gara ad Abu Dhabi!”.

Kimi Raikkonen: “La mia partenza non è stata un granché, ho fatto pattinare le gomme e fortunatamente non ho perso posizioni. Nei primi quindici giri ho avuto qualche difficoltà con le gomme, ma dopo la sosta ero contento della macchina. Me lo aspettavo, sapevo che con le Soft sarei stato forte. Non era difficile mantenere il passo degli altri e allo stesso tempo salvaguardare le gomme. Ad un certo punto ho cercato di spingere e mi sono avvicinato; sapevo di essere molto veloce ma oggi, in queste condizioni, non c’era modo di passare. Era un po’ irritante, ma quando ho visto Hamilton avvicinarsi, sapevo di avere una buona macchina e che, se non avessi commesso errori stupidi, sarei riuscito a tenerlo dietro. Ci sono riuscito senza difficoltà, non è mai stato in grado di attaccarmi davvero. Ovviamente avremmo potuto finire la gara al secondo posto, ma è un bel risultato di squadra. La macchina è andata bene per tutto il fine settimana. Quest’anno siamo stati forti in quasi tutte le piste; in qualche gara abbiamo avuto difficoltà, ma come team possiamo essere orgogliosi di noi stessi. Ci stiamo organizzando per il prossimo anno”.