Monza Rally Show: Rossi in grande spolvero recupera lo svantaggio, Cairoli non sta a guardare

Valentino Rossi, Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen
Valentino Rossi, Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen

Il Dottore recupera lo svantaggio di ieri e si attesta in prima posizione. Bonanomi-Pirollo e Cairoli-Fappani i diretti inseguitori. Mikkelsen-Neuville molto altalenanti non riescono a salire oltre la quarta riga della assoluta.La mattinata inizia con le posizioni del venerdì che rimangono invariate. La PS3 “Autodromo 2” vede Mikkelsen ancora navigato da Neuville condurre la classifica lasciando dietro Cairoli, Bonanomi e Rossi.

Ma la zampata del pilota di Tavullia non si fa attendere molto; il distacco da recuperare è notevole, 3,2 secondi. Dopo la PS4 “Maxi Grand Prix 1” lo specialista di Monza chiude lasciando dietro di sé il primo inseguitore, Bonanomi, a 2,9 secondi. Praticamente il Dottore ha recuperato sei secondi in una sola piesse. Cairoli insegue a 4,2″ mentre lo sfortunato Mikkelsen urta un birillo e viene penalizzato con 5 secondi. Stessa sorte toccata ieri a Valentino che vede così la dea bendata bilanciare gli svantaggi.

Purtroppo i giochi sono ancora ben lontani dal chiudersi e la PS5 “Parabolica 2” toglie altri 5 secondi al tempo di Rossi relegandolo così in seconda posizione in classifica generale, superato dall’equipaggio Bonanomi-Pirollo che sale in vetta di classifica, la costanza del duo su Citroen DS3 WRC paga.

Mikkelsen, sempre navigato da Neuville, recupera una posizione ai danni di Cairoli che scivola così in quarta. Sentiamo cosa ha dichiarato il siciliano al microfono della nostra inviata Angela Cacamo:

Tony Cairoli, Monza Rally Show 2017Tony Cairoli, 25 anni di carriera e 9 mondiali motocross vinti, c’è un mondiale più speciale di tutti?
“Sicuramente il primo, quello non te lo scordi mai, l’emozione del primo mondiale è particolare e anche se ne vinci altri quella ti rimane per sempre”.

Quest’anno, nella vita privata, sei convolato a giuste nozze con Jill, cosa è cambiato nella vita dell’uomo Tony Cairoli?
“Per il momento nulla, perché io e Jill non siamo ancora riusciti, con tutti i miei impegni sportivi, a fermarci un attimo”.

MRS2017, Tony Cairoli (c) Marco Fossen
Tony Cairoli in azione durante la Maxi Grand Prix 1, foto by Marco Vinicio Fossen

La tua presenza qui al Rally è ormai un appuntamento consueto, potrà esserci in un futuro remoto la possibilità di continuare la tua carriera sportiva sulle quattro ruote?
“Direi con tutta probabilità sì perché mi piace molto e mi sento a mio agio nell’abitacolo. Non lo escludo, perchè anche i risultati sembrano essere dalla mia parte”.

Qual’è il segreto di un pilota del tuo calibro per essere così versatile e forte anche sulle auto?
“Non credo ci sia un segreto, credo di più al fatto che sono abituato ad andare forte in condizioni estreme, su terreni molto più difficili dell’asfalto e questo forse mi facilita di più per guidare qui al rally”.

 

La serata si conclude con la PS6 “Grand Prix“ che vede le vetture compiere sette giri di pista e ribaltare nuovamente le posizioni: Rossi ha la meglio su Bonanomi e si riprende la vetta della assoluta e Cairoli recupera tempo prezioso a scapito di Mikkelsen che viene così a trovarsi nuovamente in quarta posizione.

Valentino Rossi, Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen
Valentino Rossi, Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen

Sentiamo dalle parole del leader di classifica come è andata la giornata:

Valentino Rossi, Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen

Nelle prove di oggi si sono viste delle differenze nelle tue prestazioni tra le speciali corte e le gran prix, cosa cambia tra le due prove?
“Anzitutto cambia mentalmente, il rally è molto difficile, oggi ad esempio, abbiamo fatto quattro prove ma hai un sacco di pausa tra una e l’altra, passano magari due ore dove non fai niente però devi sempre rimanere concentrato. Nella mia carriera non è mai stato il mio punto di forza fare il giro secco, e diciamo che la prova corta è come fare il giro secco con le gomme nuove in qualifica. Mentre io mi trovo meglio nella Gran prix che è più simile a una gara. Però mi diverto molto in tue e due le prove”.

Eri a conoscenza che avresti dovuto riportare il trofeo vinto l’anno scorso?
“Io sinceramente non lo sapevo, ce l’avevo a casa e poi è bello, è grande, e quindi all’inizio ho pensato fosse uno scherzo e gli ho detto: no, non ve lo riporto! Poi mi hanno detto: Vale riportalo! E allora l’ho riportato. Però mi piacerebbe averne uno comunque da tenere. Secondo me il fatto di passarlo, l’anno successivo, a chi vince è una formula affascinante, però dovrebbero farne due, così chi lo vince lo tiene a casa e poi l’altro lo riporta, un po’ come si fa con la 500 miglia di Indianapolis”.

Quindi l’obiettivo di domani è riportarselo a casa?
“Ci provo, domani ci provo!”.

La giornata di domani inizierà con la PS7 “Maxi Grand Prix 2” che vedrà le vetture prendere il via alle otto e trenta circa. Chissà se la neve chiamata a gran voce dai meteorologi, anche a bassa quota, farà capolino sul circuito brianzolo e regalerà così una edizione 2017 imbiancata come avvenne negli anni ottanta?

(rbt)