Monza Rally Show 2017: a Valentino Rossi il Rally, a Mikkelsen il Master

Valentino Rossi in azione durante una speciale del Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen
Valentino Rossi in azione durante una speciale del Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen

Nella 38^ edizione del Rally di Monza il 38enne Valentino Rossi si consacra il re indiscusso della Kermesse monzese vincendo per la terza volta consecutiva il consueto appuntamento agonistico che chiude la stagione motoristica dell’Autodromo Nazionale di Monza.

Rossi è ora il pilota con più vittorie nell’albo d’oro del rally brianzolo superando il grande pilota italiano Dindo Capello.

La domenica non è però partita benissimo per il Dottore, che, pur avendo dormito sonni tranquilli per essere stato il leader della classifica del sabato, dopo la prima prova in programma, la Maxi Prix da 45 Km, Valentino ha dovuto pagare una penalità di 10″ poichè la sua Ford Fiesta è risultata 7 Kg in sottopeso alle verifiche tecniche dei commissari.

Tony Cairoli in azione durante una speciale del Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen
Tony Cairoli in azione durante una speciale del Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen

Stessa sorte è toccata al pluricampione di MXGP, Tony Cairoli per le stesse verifiche tecniche, dopo la PS7, dove la sua Hunday i.20 è risultata sottopeso di 6 Kg.

Marco Bonanomi in azione durante una speciale del Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen
Marco Bonanomi in azione durante una speciale del Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen

Alla partenza della PS8 è quindi l’equipaggio formato da Marco Bonanomi e Luigi Pirollo sulla Citroen DS3 a dover amministrare il vantaggio di essere in cima alla classifica a discapito di Rossi.

Sembrava fatta per Bonanomi, che poteva già sentire il sapore della vittoria del Rally edizione 2017, ma un grave errore gli ha tolto la speranza del gradino più alto, dovendosi accontentare della terza posizione.

Per Rossi invece dopo la penalità, è stata tutta in salita ed il Dottore non ha esitato a cogliere la sfida e riportarsi davanti vincendo sia la PS8 che la PS9, arrivando ala fine del rally con 5,7 secondi sulla coppia Andreas Mikkelsen- Thierry Neuville su Hunday i.20 che hanno occupato il secondo gradino del podio.

Andreas Mikkelsen in azione durante una speciale del Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen
Andreas Mikkelsen in azione durante una speciale del Monza Rally Show 2017, (c) Marco Vinicio Fossen

Valentino Rossi conquista così il sesto rally di Monza mentre resta fuori dalla sfida finale del Master Show che si è disputata tra Bonanomi-Pirollo e Mikkelsen-Nueville dove questi ultimi hanno avuto la meglio.

Valentino Rossi durante l'intervista, MRS 2017 (c) Marco Vinicio Fossen
Queste le parole di Valentino Rossi:

Cosa è successo in realtà dopo la PS7 e perchè questa penalità di 10″?

Valentino Rossi durante l'intervista, MRS 2017 (c) Marco Vinicio Fossen“Il team ha sbagliato perchè ieri sera hanno pesato la macchina con i fari ed eravamo a 2 Kg sopra poi oggi alla fine della Maxi Grand Prix eravamo senza i fari che pesano 7 Kg quindi eravamo a sotto di 5 Kg. Io sinceramente non ci volevo credere, ci siamo pesati tre volte. Quando siamo tornati al box abbiamo scoperto che la macchina era stata pesata con i fari. Poi ho visto anche Cairoli nella stessa condizione, ci siamo guardati un po rassegnati. Ho pensato, abbiamo perso. Non mi aspettavo un errore così, però può capitare.

Poi siamo partiti per la penultima speciale; e siamo partiti ad occhi chiusi. Ci siamo guardati e detti: – mettiamogli almeno un po’ di pressione (a Bonanomi n.d.r.) – Sono riuscito a vincere anche quella corta e poi Marco ha fatto un errore; abbiamo vinto noi (e sorride sornione, n.d.r.)”.

L’anno prossimo credi che sarà possibile portare in pista una vettura WRC Plus?

“Mi piacerebbe, dovremo parlarne con l’organizzazione perchè ci vorrebbero più macchine, almeno 4/5. Secondo me c’è la possibilità, se riusciremo ad organizzarci ovviamente, spero che già l’anno prossimo possa esserci questa possibiltà”.

Si chiude così anche questa edizione del rally più famoso d’Italia, potremmo dire con una pari e patta, rinviando le ostilità al 2018. E anche quest’anno niente neve.

(ac)