Pane, amore e… motori

l'equipaggio Mabellini/Renzi su 124 Abarth RGT, Monza Rally Show 2018
l'equipaggio Mabellini/Renzi su 124 Abarth RGT, Monza Rally Show 2018

Quella che vi raccontiamo oggi è la storia di due giovani, anzi giovanissimi, dediti allo sport con una passsione viscerale per i motori.

Sono un ragazzo ed una ragazza che vanno ancora a scuola, sono da poco maggiorenni e da poco patentati. Pochi grilli per la testa, il pallino per lo sport e tanti, tanti sacrifici pur di inseguire i loro sogni.

Motoridacorsa non è nuova ad occuparsi di questi giovani talenti, questi piccoli grandi campioni dai cognomi poco noti, dai volti sempre coperti dal casco e poco mondani. Non sono ancora abbastanza famosi per occupare le prime pagine dei quotidiani, ma a noi piace raccontare le storie quando esse sono ancora inedite, siamo fatti così.

Lui è Andrea Mabellini, pilota, 18 anni compiuti da poco, uno dei finalisti del Rally Italia Talent under 18 nell’edizione 2016; lei è Virginia Lenzi, una giovanissima navigatrice, vincitrice nella categoria under 18 nell’edizione Rally Italia Talent 2016, al suo terzo anno nei rally, figlia d’arte che eredita la passione per i rally da papà Aldo, navigatore di lunga carriera.

I due giovani si trovano proprio durante un’edizione del Rally Italia Talent dove la passione per i motori di entrambi li fa incontrare per la prima volta. E di lì a poco diventano una coppia sui campi di gara e anche nella vita.

Li abbiamo incontrati nello scorso mese di dicembre, al Monza Rally Show, dove si sono cimentati nei tre giorni impegnativi della chermesse monzese con una Fiat Abarth 124 piazzandosi sempre in posizioni di tutto rispetto durante le prove speciali, e conquistando il 2° posto iridato nella calssifica della categoria RGT. Splendida la conclusione per i giovanissimi Andrea e Virginia che hanno potuto esibirsi, domenica pomeriggio, sul rettilineo del Master Show.

Conosciamo meglio Andrea: finalmente è arrivata la maggiore età e quindi la patente. Ti chiediamo un bilancio dell’anno agonistico che si è appena concluso?
“Quest’anno ho partecipato al Trofeo Abarth Selenia in pista (Campionato Europeo, n.d.r.) con ottimi risultati, e per questo devo ringraziare il mio team manager Daniele Vernuccio e tutto il team V-Action. Inoltre ho partecipato ad alcuni rally con Virginia, che oltre ad essere la mia fidanzata è anche la mia navigatrice”.

Quando è scattato l’amore tra voi due?
“Dopo il Rally Italia Talent 2016, abbiamo cominciato a sentirci nonostante la nostra distanza (lui abita nella provincia di Brescia, lei nella provincia di Bergamo, n.d.r.) ma la scintilla si è accesa l’anno scorso proprio qui al Rally di Monza. Oggi siamo spesso insieme nell’abitacolo, è straordinario poter condividere la passione per i motori insieme, mi fido al 120% di lei e averla in macchina al mio fianco mi fa sentire sicuro, c’è tanto affiatamento tra di noi”.

Andrea Mabellini con Virginia Lenzi, Monza Rally Show 2018
Andrea Mabellini con Virginia Lenzi, Monza Rally Show 2018

Virgina, tu sei ormai una nostra “vecchia” conoscenza e sappiamo che sei una navigatrice molto apprezzata dai piloti che ti hanno voluto al loro fianco; quest’anno però hai cominciato a navigare anche Andrea e quindi stai navigando anche con il cuore, cosa cambia quando sei in macchina con lui?
“Correre con Andrea, con il mio moroso, è sicuramente più emozionante. La differenza sta nel feeling che ovviamente è diverso, il nostro in bocca al lupo è diverso, ci capiamo al volo, la forza reciproca è diversa, e anche piccoli errori che commettiamo sono scusati in maniera diversa. È strano essere in macchina con lui, rispetto a quando navigo altri piloti, con i quali mi trovo comunque benissimo, ma allo stesso tempo è bellissimo”.

Quali sono i vostri progetti agonostici per il 2018?
Virginia: “Sicuramente correre insieme e di fare un bel po’ di rally, magari in pista, visto che Andrea è più legato alla pista rispetto ai rally su strada”.

Andrea: “Oltre a quello che dice Virginia, che sarebbe davvero un sogno che mi piacerebbe coronare, proseguirò il Trofeo Abarth Selenia in pista come pilota ufficiale del V-Action Racing Team e poi correre con lei sarebbe davvero fantastico, insieme ci divertiamo molto”.

Quindi, se tu Andrea sarai impegnato con il Trofeo Abarth e Virgina la stessa domenica sarà impegnata a navigare in un rally come la mettiamo?
“È già successo quest’anno e non è stata una bella esperienza, perchè è difficoltoso sentirci, lei è più impegnata di me durante un rally rispetto alla pista, dove si ha più tempo libero prima della gara. Certo dovrà correre anche lei e questo mi lascierà magari più in ansia, ma è giusto così”.

l'equipaggio Mabellini/Renzi su 124 Abarth RGT, Monza Rally Show 2018
l’equipaggio Mabellini/Renzi su 124 Abarth RGT, Monza Rally Show 2018

Virginia tu sei al terzo Rally di Monza e ci incuriosisce sapere se le note sono sempre le stesse o le cambi ogni anno?
“Le stesse assolutamente no, ogni pilota ha la sua nota e quindi vanno riprese ogni volta, sicuramente aver già fatto il rally altre volte mi dà il vantaggio di conoscere già la pista ma le note vanno comunque riprese e perfezionate anche per le condizioni in cui si presenta la pista e il fondo, che possono sempre cambiare”.

Un aggettivo per descrivere Andrea come pilota e non come fidanzato?
“Determinato. Ogni volta che sale su una vettura nuova dice di non trovarsi bene ma poi ottiene subito degli ottimi risultati e questo credo faccia parte della sua determinazione nel fare sempre bene”.

C’è una domanda, anche un po’ scontanta, che vogliamo farti Virginia, potreste essere la nuova coppia dei rally come due nomi a caso, i pluricampioni italiani Andreucci-Andreussi?
“Lo spero, per me sono un grande esempio e noi ce la metteremo tutta per essere come “Ucci e Ussi”. Abbiamo cominciato ora e la strada è molto lunga per diventare dei campioni come loro. Come dico sempre, siamo una coppia sia nella vita che nell’abitacolo. Come Minni ha il suo Topolino, Anna ha il suo Paolo e Virginia ha il suo Andrea”.

Allora non ci resta che fare un grande in bocca al lupo per Virginia e Andrea, e un grosso augurio a loro e a tutti i nostri giovani campioni per un 2018 pieno di soddisfazioni sportive.