Mario Roman vince la Hell’s Gate, prima prova del Trofeo Metzeler Extreme Enduro FMI

la partenza Hells Gate 2018 (credit Ufficio Stampa Metzeler)
la partenza Hells Gate 2018 (credit Ufficio Stampa Metzeler)

Aspettative rispettate: la Hell’s Gate Metzeler 2018 è stata una gara dura, complicata e che ha visto impegnati i migliori piloti dell’Enduro estremo.Tra venerdì e sabato il pubblico accorso presso Il Ciocco (LU) ha potuto assistere ai passaggi spettacolari degli atleti su pietraie e rocce, tra fango e acqua.

Dopo la Prova Speciale del venerdì sera e le eliminatorie del sabato mattina, la fase finale è scattata alle 16.00 della stessa giornata: i 30 migliori piloti hanno affrontato due ore di gara. Inizialmente si è portato al comando il britannico Graham Jarvis – vincitore nel 2017 – ma al primo passaggio ha dovuto cedere all’australiano Wade Young capace di restare al comando fino alla conclusione della prova, quando i primi dieci hanno avuto accesso alla finale.

Qui, si è concretizzata l’azione di Mario Roman, che già nel corso della giornata si era avvicinato alla leadership. Nella manche di cross da 20 minuti la moto di Young si è fermata, costringendo il pilota al ritiro. Lo spagnolo ne ha approfittato e alla fine ha fatto segnare il miglior tempo totale di giornata (3h06’03”583) andando a vincere davanti a Jarvis e al sud africano Travis Teasdale. Quarto e primo degli italiani, Diego Nicoletti davanti ai connazionali Sonny Goggia e Michele Bosi.

Il Trofeo Metzeler Extreme Enduro FMI attribuisce punti ai primi 30 classificati di ogni round. Dopo la prima tappa è in vetta Roman con 100 lunghezze davanti a Jarvis (80) e Teasdale (60). Gianluca Martini ha invece conquistato il Challenge Monogomma Metzeler Extreme. Prossimo appuntamento, il 21 luglio a Pietramurata (TN) con il “The Wall”.