Segnali positivi per la Solaris Motorsport a Franciacorta

La #12 della squadra abruzzese ha mostrato una buona competitività nel NASCAR GP Italy

Castrezzato, Italia – Nel NASCAR GP of Italy andato in scena all’Autodromo di Franciacorta, la Solaris Motorsport ha dimostrato un netto passo avanti in fatto di prestazioni, con la #12 della scuderia abruzzese capace di stare costantemente nella Top10 dell’affollato schieramento della NASCAR Whelen Euro Series e di conquistare il miglior tempo nella prima sessione di prove libere. Con ben 32 vetture in pista, Francesco Sini ha dimostrato un buon passo e la determinazione dei giorni migliori, solo la sfortuna ha tolto al pilota di Pescara due ottimi piazzamenti.

“Abbiamo fatto passi in avanti notevoli e il miglior tempo nelle Free Practice sta li a dimostrarlo. Siamo riusciti a entrare nella Superpole in qualifica e in Gara 2, senza un contatto all’ultimo giro, avremo potuto portare agilmente a casa un ottavo posto. Che in un contesto così altamente competitivo è comunque un buon risultato, anche se sicuramente l’obiettivo rimane quello di salire sul podio” – ha commentato Francesco Sini, che, dopo lo stop forzato nel Round 3 a causa di una guasto, ha regalato spettacolo nella corsa della domenica con un duro duello con Christophe Bouchut durato per tutto l’arco della corsa. “Abbiamo sofferto ancora qualche problema di affidabilità ma nonostante questo avevamo un buon passo, abbiamo lottato con i primi e senza l’incidente all’inizio dell’ultimo giro avremo potuto portare a casa un ottavo posto che avrebbe fatto bene al morale del team. Ci riproviamo a Brands Hatch, non conosco la pista ma so che possiamo fare bene se continuiamo a lavorare in questa direzione”.

“Un po’ alla volta stiamo arrivando. Non siamo ancora al 100% ma rispetto a Valencia i risultati sono nettamente migliorati. Dobbiamo ancora lavorare su alcuni aspetti della vettura ma la direzione presa è quella giusta. La NASCAR Whelen Euro Series è un campionato decisamente competitivo e con 32 auto in pista ogni errore si paga caro. Le gare sono molto tirare e maschie, bisogna essere sempre al 100% per poter stare davanti. – ha commentato Roberto Sini, Team Principal della Solaris Motorsport – Quello che fa piacere è constatare il calore dei tifosi che ci supportano come sempre e ci danno la giusta carica. Anche l’American NASCAR Weekend di Franciacorta si è rivelato un successo di pubblico in pista, nel paddock e sugli spalti. Tra auto americane e così tante persone a guardare le gare sembra di essere tornati ai bei tempi della Superstars. A proposito, abbiamo una bellissima sorpresa per Brands Hatch!”

Per sapere cosa bolle in pentola in casa Solaris Motorsport bisognerà attendere solo tre settimane, quando la NASCAR Whelen Euro Series sbarcherà in Inghilterra per la sesta edizione dell’American SpeedFest, che ogni anno porta sul tracciato di Brands Hatch oltre 40 mila appassionati pronti a godersi tutto lo spettacolo della NASCAR europea dentro e fuori la pista.