Sorpresone di Valentino

photo by Otto Moretti

Pole del Dottore e il Mugello esplode. Lorenzo secondo davanti a Viñales, Iannone quarto. Marquez chiude la seconda fila

Il sabato del GP d’Italia si tinge di giallo e Valentino Rossi accende il pubblico di casa con il primato nelle qualifiche. Il Mugello impazzisce per il pilota più atteso che dopo aver dimostrato grande competitività per tutte le libere segna il primato con il tempo di 1:46.208s. È il nuovo record della pole. Il giorno della festa nazionale assume maggior importanza per l’ennesima impresa della leggenda sportiva italiana.

Rossi non partiva al palo dal 2016, GP del Giappone, e il primato in qualifica è il numero 55 in MotoGP™ per il nove volte campione che a caldo commenta: “È una bella sorpresa, mi è venuto tutto bene”.

Super Jorge Lorenzo che chiude a 35 millesimi da Rossi. Il pilota del Ducati Team beneficia delle modifiche al serbatoio richieste a Le Mans. Carico a mille aspetta con il coltello tra i denti la gara (1:46.243s).

Terzo Maverick Viñales (Movistar Yamaha MotoGP) a 0,096s. In questa stagione è la prima volta che le M1 ufficiali partiranno dalla prima fila.

Quarto un indemoniato Andrea Iannone. The Maniac esce dai box con la grande volontà di fare bene dopo i vari primati nelle libere. Detta il passo per alcune fasi prima di cedere agli assalti delle Yamaha e della Ducati numero 99. Chiude a 0,2s dalla vetta ma domani, in gara, ci sarà anche lui.

Così come Danilo Petrucci. Il pilota del team Alma Pramac Racing, nelle battute finali, prova a sgambettare il Dottore. I primi due settori sono a casco rosso ma poi perde e chiude con un ottimo quinto tempo.

Sesto crono per Marc Marquez. Il campione del mondo è tra i più veloci. Domina per diversi passaggi la tabella tempi e segna tempi bassissimi ma commette una sbavatura nel suo miglior passaggio alla curva 14 e inizierà la gara dalla seconda fila. È la sua peggior qualifica della stagione con quella di Termas.

Settimo posto per Andrea Dovizioso (Ducati Team), ottavo per Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol) e nono per Johann Zarco (Monster Yamaha MotoGP).

Franco Morbidelli (EG 0,0 Marc VDS) inizierà la gara di casa dalla dodicesima piazza.

Domani, domenica 3 giugno, la gara. Il semaforo del via si spegnerà alle 14:00. Alle 9:40 il Warm Up.