Milano ospita la tappa italiana del Dakar Tour

Staff e piloti

Il Dakar Tour ha fatto tappa a Milano per presentare il percorso 2019. Per l’occasione il Deus Caffè ha aperto le porte ad oltre 150 persone tra concorrenti, membri dei team e giornalisti.Come già preannunciato dagli organizzatori, l’edizione numero 41 del rally più duro al mondo si svolgerà dal 6 al 17 gennaio 2019. Il percorso sarà articolato su 10 tappe e si snoderà in Perù, con partenza e arrivo a Lima. Non mancheranno le sfide, al contrario. Si tratterà di una corsa sportivamente molto impegnativa che vedrà ancora una volta la sabbia e la navigazione grandi protagoniste.

Eugenio Amos

Tanto l’interesse manifestato dai piloti italiani, presenti nella scorsa edizione in tutte le categorie. L’obiettivo è quello di continuare a crescere per numero e qualità di piloti rappresentati. Come è successo lo scorso anno con Eugenio Amos, che aveva tenuto alta la bandiera italiana, centrando il sesto posto alla quinta tappa nella categoria auto. “Ho un ricordo bellissimo e adesso sto lavorando per tornare anche a gennaio prossimo con un team tutto italiano. – ha dichiarato Eugenio Amos – L’edizione 2019 si preannuncia molto interessante. Sono contento che affronteremo tanta sabbia ed il fatto che non avremo tante tappe in altitudine è un bene per i mezzi”.

Un momento della presentazione

Quanto alle moto, la categoria in cui l’Italia è più rappresentata, il percorso ad anello viene incontro alle esigenze dei piloti della malle moto “original” by Motul.

“Sicuramente avremo alcune tappe ad anello e questo permetterà anche a noi di tornare al bivacco e avere piu’ tempo per lavorare sulla moto – afferma Diocleziano Toia, 4 Dakar alle spalle di cui 3 disputate in Malle Moto – forse ci mancherà un po’ il fascino della meta lontana da raggiungere, ma il Peru’ è un pase stupendo con una varietà geografica e paesaggistica incredibile. Dopo l’incidente dello scorso ottobre, sono tornato in moto da poco. Il mio obiettivo è tornare a correre la Dakar, sempre in malle moto, se possibile a gennaio od il prossimo anno”.

Jacopo Cerutti

Sarà sicuramente al via a Lima Jacopo Cerutti, pilota Husquarna Italia. “Sarà la mia 4° Dakar e punto a migliorarmi. L’obiettivo è finire nella Top15, ma molto vicino ai primi 10. Sono molto motivato”.

Grande rivelazione lo scorso anno, anche Maurizio Gerini si sta allenando per essere al via della Dakar 2019. “Ho debuttato lo scorso anno e appena tornato mi sono messo subito al lavoro per tornare. È un’esperienza unica, umana oltre che sportiva”.