La promessa Audi Bar Baruch torna al secondo posto nel Campionato Italiano GT3

• Al Mugello gara tutta grinta per il giovane israeliano che conclude a podio, terzo
• Marcel Fässler rimonta posizioni e contiene il gap malgrado la griglia sfavorevole

Scarperia e S. Piero (FI) – Il Gran Turismo Italiano si avvia verso la pausa estiva dopo una gara piena di emozioni per i piloti dei quattro anelli. L’Audi R8 LMS di Marcel Fässler e Bar Baruch, ieri sesta al traguardo, oggi ha siglato una bella rimonta dal nono al terzo posto: un piazzamento che ha permesso al giovane israeliano di salire in campionato dal terzo posto nel quale era scivolato ieri al secondo. A Vallelunga, fra quasi due mesi, avrà nove punti da recuperare all’ex-campione italiano Stefano Gai, oggi vincitore in coppia con l’ex-F.1 Giancarlo Fisichella.

L’elvetico Fässler, deluso ieri per non aver qualificato la sua Audi meglio che in quinta fila, oggi ha rimediato correndo all’attacco: dal nono posto di partenza ha recuperato fino al sesto, ma soprattutto ha contenuto in una quindicina di secondi il distacco dalla Ferrari di Daniel Mancinelli e Andrea Fontana, leader nella prima parte della corsa. Nel turno in cui la R8 LMS è passata in mano a Baruch, il giovane di Karmiel è rientrato in pista al quarto posto, accedendo in zona podio al 23° giro col sorpasso sulla Lamborghini Huracan di Giammaria-Jiatong.

Mentre la Ferrari di Fisichella era leader irraggiungibile con una quindicina di secondi di vantaggio, l’israeliano risaliva al secondo posto per la foratura dell’altra 488 di Fontana. Nella parte finale della corsa arginava la rimonta della Lamborghini di Postiglione-Venturini, che però pur non superando in pista la R8 LMS terminava comunque seconda perché nel corso del pit-stop il rientro in pista avveniva con nove decimi di anticipo e l’Audi veniva quindi penalizzata. Malgrado questo imprevisto i punti del terzo posto di Baruch e Fässler sono stati sufficienti a riportare in classifica generale il giovane pilota dei quattro anelli dov’era dopo Misano Adriatico, cinque punti davanti ai leader prima della corsa di oggi Altoé-Zampieri, che partivano in pole position al Mugello ma costretti al ritiro.