Trofeo A112 Abarth Yokohama: Scalabrin s’impone al R.A.A.B. Historic

In coppia con Fantinato il giovane vicentino firma il secondo successo stagionale e si riprende la vetta del Trofeo; ancora un bel podio per Fiora e Beretta, secondi, e terzo gradino per Canetti e Senestraro

Romano d’Ezzelino (VI), 30 luglio 2018 – Dall’inizio alla fine al comando: in queste parole si può riassumere la gara perfetta di Raffaele Scalabrin ed Enrico Fantinato che si sono aggiudicati con autorità il quinto round del Trofeo A112 Abarth – Yokohama svoltosi tra venerdì e sabato scorsi sulle prove speciali del R.A.A.B. Rally Alto Appennino Bolognese.

Quattordici gli equipaggi al via e subito il duo vicentino che si mette in evidenza vincendo le tre speciali del prologo in notturna, staccando tempi di assoluto rilievo; la prima parte di gara vede alle spalle dei battistrada il duo Luigi Battistel e Denis Rech seguire a circa 17″ e in terza posizione Filippo Fiora con Carola Beretta a circa 24″. Si riparte sabato mattina con Battistel che riduce il distacco tirandosi Fiora in scia, ma subito dopo è un semiasse a frenare la corsa del leader e campione 2017; Scalabrin si difende dagli attacchi di Fiora e arriva sul palco di Castiglione dei Pepoli a festeggiare la seconda vittoria stagionale grazie alla quale si riporta in testa all’assoluta e fa sua anche la “under 28”. Fiora e Beretta salgono sul secondo gradino del podio e grazie al quarto risultato utile consecutivo utile si portano a ridosso dei capoclassifica; felicissimi per il terzo posto sono Enrico Canetti e Marcello Senestraro autori di una gara regolare che li ha visti attaccare nel modo giusto per arrivare a conquistare la meritata piazza finale

Di spessore anche la prestazione di Nicola Cazzaro e Nicola Rizzotto che crescono prova dopo prova e al R.A.A.B. realizzano una convincente quarta posizione che dà loro fiducia per il futuro e dietro chiudono Marco Galullo e Roberto Pellegrini, subito fuori dalla lotta per il podio a causa della rottura della leva del cambio, poi risistemata dall’assistenza; a loro il merito di non essersi arresi e aver rimontato posizioni fino alla quinta finale. Sesti, si classificano Franco e Arnaldo Panato al rientro in gara dopo una lunga pausa e la settima posizione è appannaggio di Fabio Vezzola e Roberto Francinelli che precedono Amerigo Salomoni felice di aver concluso la gara di casa in coppia con Nicolò De Rosa. In nona posizione chiudono Giuseppe Cazziolato e Daniele Pasqualetto seguiti in decima da Andrea Ballerini e Leonardo Pasquini; chiudono la lista dei classificati, Andrea Quercioli e Giorgio Severino, undicesimi assoluti.

Oltre a Battistel e Rech, non hanno visto il traguardo i locali Massimiliano Biagi e Michela Vitamia fermi per problemi di alimentazione, oltre a Pietro Baldo e Davide Marcolini ritirati per la rottura del cambio.

Il risultato del R.A.A.B. rimescola le carte e propone una classifica molto corta visto che Scalabrin dovrà anche scartare un risultato e tutto si giocherà in gara 1 e gara 2 al Rallye Elba Storico in programma dal 20 al 22 settembre prossimi.

Classifica assoluta: 1. Scalabrin 56, 2. Fiora 49, 3. Battistel 44, 4. Galullo 36, 5. Canetti 26.

Under 28: 1. Scalabrin – “Vintage”: 1. Craveri – Gruppo 1: 1. Labirinti – Gruppo A : 1. Craveri