È poker: Jonathan Rea conquista il Campionato WorldSBK 2018

tutte le fotografie by Otto Moretti

Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti
Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti

Il britannico fa la storia ancora una volta
Dopo aver affrontato una delle stagioni più complicate, Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è tornato a stupire nuovamente, conquistando il suo quarto titolo consecutivo nel Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike con 130 punti di vantaggio su Davies.

Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti
Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti

A 31 anni, il pilota di Ballymena, Irlanda del Nord, continua a fare la storia grazie al binomio talento e ZX-10RR che è inarrestabile. Da quando è arrivato al Kawasaki Racing Team WorldSBK nel 2015, Rea è stato una macchina da guerra, ha vinto quattro titoli consecutivi e 52 vittorie in quattro stagioni. Nel 2018 ha fatto la storia battendo il record di vittorie nel WorldSBK e arrivando a quota 60 con il successo in Gara 1 a Brno. Ora è il secondo pilota ad aver vinto quattro titoli nella categoria delle derivate di serie più veloce al mondo ed il primo ad averli ottenuti in maniera consecutiva.

Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti
Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti

Il 2018 è stato complicato, sia lui sia la squadra Provec Racing ha lavorato con i nuovi regolamenti introdotti questa stagione – nella speranza di creare più parità nella classe. Le sfide sono aumentate, ma Rea le ha colte. L’avvio di campionato al Round Phillip Island Grand Prix è stato difficile, a causa di un infortunio al dito e di un’influenza. Ha lasciato l’Australia con un quinto ed un secondo posto ed era pronto a riscattarsi in Thailandia.

Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti
Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti

Il Chang International Circuit ha ospitato il secondo appuntamento della stagione e Rea era pronto a dare il meglio in Gara 1. Ha vinto con 1.5 secondi di vantaggio dopo una battaglia con le Panigale R di Xavi Fores (Barni Racing Team) e Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati). Ma Gara 2 è stata più complicata, la Ninja aveva qualche problema e nel calore thailandese è arrivato un quarto posto. Arrivava in Europa al comando della classifica, quindi era comunque l’uomo da battere.

Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti
Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti

L’inizio di stagione è stato intenso, il britannico ha vinto di nuovo in Gara 1 a MotorLand Aragon con una prestazione splendida. Ma la griglia invertita ha impegnato di più Rea in Gara 1 e non è riuscito a tenere il passo di Davies, accontentandosi della seconda posizione. Dopo una sola settimana, il campionato è volato verso il TT Circuit Assen e Rea era pronto a riprendersi il primato di Re di Assen. Sul circuito olandese è sempre andato bene ed il successo in Gara 1 lo ha fatto diventare il pilota più vincente ad Assen. Ma non è riuscito a fermare il compagno di squadra Tom Sykes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) in Gara 2, autore di una grande prestazione.
Il quinto Round si disputava sul territorio Ducati, all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, e Rea ha brillato nuovamente. Ha conquistato una doppietta sul tortuoso tracciato italiano conquistando anche il 59esimo successo nel WorldSBK arrivando vicino al record. Ha lasciato Imola con 47 punti di vantaggio in classifica e con la voglia di vincere ancora.

Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti
Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti

Sul circuito di casa, a Donington Park, Rea ha avuto un fine settimana difficile. Sorpreso da uno stratosferico Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team), Rea ha lasciato la Gran Bretagna con un secondo ed un terzo posto, ma ha aumentato il vantaggio in campionato. Rea era determinato a tornare davanti a tutti nel settimo Round, ma all’Automotodrom Brno è stato un fine settimana di alti e bassi. Ha trionfato in Gara 1 conquistando la 60ª vittoria che lo ha fatto diventare il pilota più vincente nella storia del WorldSBK. Ma non ha potuto concludere Gara 2 a causa di un incidente con il compagno di squadra.
Ma da quel momento si è riscattato vincendo quattro gare di seguito. Ha stupito sotto il sole della California. A Laguna Seca è stato inarrestabile e ha vinto entrambe le gare. Il Misano world Circuit Marco Simoncelli ospitava il nono Round, l’ultimo prima della pausa estiva. Era importante arrivare allo stop dopo un fine settimana solido e Rea, ancora una volta, è stato impossibile da fermare. Ha conquistato una splendida doppietta, nonostante in Gara 2 non sia stato facile.
Dopo nove settimane di fermo, si è tornati in azione con il Round portoghese Nolan. Rea ha conquistato la terza doppietta consecutiva e la quinta e sesta vittoria di seguito nel 2018. In quel momento era ad un passo dal titolo mondiale.
Il campionato è tornato in scena sul tracciato dove nel 2017 Rea ha vinto il titolo, il Circuit de Nevers Magny-Cours è stato importante ancora una volta per il nordirlandese. Anche in Francia nessuno è stato in grado di fermarlo. Rea ha vinto nuovamente il titolo mondiale, sul tracciato d’oltralpe per la seconda stagione consecutiva. Ha scritto di nuovo la storia vincendo il suo quarto titolo.
C’è qualcosa che fermerà Rea?