Carrasco fa la storia e diventa Campionessa del WorldSSP300

tutte le fotografie by Otto Moretti

Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti
Autodromo di Magny-Cours, 30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti

È la prima donna a vincere un titolo mondiale e lo conquista in Francia

A soli 21 anni, Ana Carrasco (DS Junior Team) ha fatto la storia nel Campionato Mondiale FIM Supersport 300 conquistando il titolo nell’ultima gara della stagione sul Circuit de Nevers Magny-Cours. È la prima donna a vincere un mondiale, le sue prestazioni quest’anno sono state stupefacenti e la sua impresa sarà ricordata per molto tempo.

Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti
Autodromo di Magny-Cours, 30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti

La spagnola inizia la sua carriera nel 2011 nel CEV 125 ed i suoi risultati le valgono un posto nel Campionato Mondiale Moto3™ nel 2013. Passa al WorldSSP300 nel 2017 ed inizia ad ottenere successi.

Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti
Autodromo di Magny-Cours, 30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti

Tornata sul circuito che l’ha vista conquistare la prima vittoria, Carrasco si è laureata campionessa del mondo dopo una splendida lotta in Francia. Ma non ha avuto una stagione semplice e questo rende la sua impresa ancora più memorabile. In un campionato imprevedibile come il WorldSSP300, la sua tenacia ed il suo talento l’hanno portata in alto.

La stagione è iniziata a MotorLand Aragon e la spagnola ha conquistato una sesta posizione al debutto con il DS Junior Team, tagliando però il traguardo a soli 4 decimi dal vincitore. In sella alla Kawasaki Ninja 400, ha trovato il suo passo ed è volata verso Assen con qualcosa da dimostrare. Quarta alla bandiera a scacchi, ha chiuso a mezzo secondo dal vincitore dopo una gara complicata nell’imprevedibile WorldSSP300.

È stato al terzo Round della stagione all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola che si è candidata come contendente al titolo, vincendo la gara con 11 secondi di vantaggio sui rivali. Carrasco ha messo a segno una prestazione eccellente sotto il sole italiano e si è portata in testa alla classifica con tre punti di margine sugli inseguitori.

Autodromo di Magny-Cours, 29-30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti
Autodromo di Magny-Cours, 30 settembre 2018. (c) ph Otto Moretti

Il sensazionale stato di forma di Carrasco ha proseguito anche a Donington Park, un tracciato molto diverso da Imola ma che ha dato prova del fatto che fosse lì per restare. Passata sotto alla bandiera a scacchi con quattro secondi di vantaggio, la 21enne è apparsa inarrestabile quando si era arrivati a metà stagione. Il suo vantaggio in classifica infatti è incrementato fino a 22 punti.

Ma successivamente ha affrontato due gare complicate: solo undicesima all’Automotodrom Brno e decima al Misano World Circuit Marco Simoncelli, Carrasco è arrivata alla pausa estiva con 16 punti in più dei rivali a due gare dal termine.

A Portimao ha conquistato la sua prima vittoria nel 2017 ed era pronta a conquistare il titolo già in Portogallo. Ma la fortuna non è stata dalla sua parte nel penultimo Round della stagione e la lotta ha proseguito in Francia. Arrivata all’ultimo appuntamento con 10 punti di vantaggio, Carrasco è stata autrice di una prestazione memorabile che dimostra quanto merita il titolo.

Dopo i 12 giri di battaglia, Carrasco entra nella storia in quanto prima donna ad aver conquistato il titolo mondiale, con un 13° posto in Francia.