Alex Salvini domina la classe E2 negli assoluti d’Italia a Lignano con un grande Alessandro Battig primo e secondo nella classe E1

Si è svolto tutto come in un film. L’apertura dei Campionati Assoluti d’Italia 2015 del 21 e 22 febbraio sulla spiaggia di Lignano Sabbiadoro (UD) è risultata una gara tutta da incorniciare per il Team Honda-Zanardo.

Alex Salvini ha dominato con la CRF 450R Enduro conquistando una netta doppia vittoria nella E2, confermando la propria leadership in questa classe nella quale ha fatto l’en plein, ottenendo il massimo risultato tanto da essere proiettato in vetta alla classifica di campionato con 40 punti. Salvini ha vinto nella sua classe ben sedici delle diciassette prove speciali disputate. Nella lotta per il primato della Classifica Assoluta, invece, ha chiuso due volte in quarta posizione, sempre a un soffio dal podio. La lunga prova speciale sulla sabbia della spiaggia di Lignano non gli ha permesso di esprimersi al meglio contro degli avversari, come l’italo-francese Antoine Meo, l’australiano Matthew Phillips e l’estone Aigar Leok, decisamente più abituati a gareggiare su terreni sabbiosi.rnrn[showpicr]battig_action_2.jpg[/showpicr]Nella classe E1 Alessandro Battig ha stupito, vincendo la prima giornata di sabato e chiudendo in seconda posizione domenica a un soffio da una nuova vittoria. Nelle due giornate ha fatto registrare il miglior tempo complessivamente in sette prove speciali risultando sempre tra i protagonisti di tutte le restanti prove.rnrnGli Assoluti d’Italia 2015 sono dunque iniziati nel migliore dei modi per il Team Honda–Zanardo con Battig primo nella classifica di campionato della classe E1 e Salvini al comando della E2.rn rnrnALEX SALVINIrn[showpicl]salvini_2015.jpg[/showpicl]“Sabato non è andata molto bene, perché ho avuto un problema con il cavo della frizione che è uscito dalla sua sede del motore. Ero alla seconda prova di cross sulla spiaggia e purtroppo ho perso oltre un minuto compromettendo la possibilità di finire sul podio in quanto la terza posizione era alla mia portata. Sono scivolato al tredicesimo posto, ma con volontà e determinazione sono riuscito a recuperare fino a chiudere quarto.Domenica, sotto la pioggia, ho guidato abbastanza bene nella speciale fangosa tracciata nell’entroterra. Sulla sabbia sapevo invece di pagare un po’ rispetto a Meo, che si è preparato due settimane fa all’enduro del Touquet. Ho vinto bene la classe E2, ma quello che mi interessava era vedere come completare la mia preparazione in vista del mondiale. Posso dire che sono meglio due quarti posti che uno zero e un primo! È stato comunque un inizio di stagione positivo, contando che il mondiale partirà tra due mesi. Abbiamo anche fatto dei test sulla moto durante la gara, quindi si può solo crescere in questo periodo”.rnrnrnALESSANDRO BATTIGrn[showpicl]battig_2015.jpg[/showpicl]“Sabato ho vinto sei speciali e sono finito secondo nelle restanti quattro prove. Non speravo certamente di iniziare così bene questo campionato. Sabato sera, nella prova di cross, sono rimasto attardato da una caduta iniziale con Albergoni, ma sono riuscito a recuperare posizioni. Domenica è andata abbastanza bene e ho mantenuto il comando della gara per i primi due giri. Poi, nel finale, Martini ha accelerato ed è riuscito a guadagnare secondi nella speciale sul fango. Sono comunque molto soddisfatto per essere riuscito a salire sul gradino più alto del podio delle due giornate di gara. Ringrazio tutta la squadra per questo bellissimo risultato”.