Quattro pedine per Power Car Team al “Valtiberina”

Il sempreverde Gecchele con la Peugeot 208 R5, il giovane Gianandrea Pisani, con la Renault Twingo R2 al debutto sulla terra, poi Laurenchich e Bidini, questo fine settimana vanno ad assicurare una presenza di spessore per la squadra alla penultima prova del Challenge Raceday Ronde Terra.

Schio (Vicenza), 25 febbraio 2015 – POWER CAR TEAM, è pronta ribadire la propria ispirazione “terraiola” questo fine settimana nel contesto della nona edizione della Ronde Valtiberina-Città di Arezzo, penultimo atto del Challenge Raceday Ronde Terra.rnrnLa gara, che ha il proprio centro propulsore ad Arezzo, vedrà al via ben quattro vetture della squadra, pronte ad elevarsi nelle rispettive categorie di appartenenza come anche l’assoluta.rnrnIl “capitano” della spedizione, certamente per esperienza, sarà il sempreverde veneto Tiziano Gecchele, che torna alla guida di una Peugeot 208 T16 R5, affiancato da Mauro Peruzzi. Particolare interesse vi sarà poi nel debutto da parte del giovane Gianandrea Pisani sui fondi sterrati. Il giovane versiliese, reduce dalla sfortunata gara del “Carnevale” di domenica scorsa (fermato da un tubo dei freni rotto) in coppia con Jasmine Manfredi, inizierà quindi il proprio percorso di apprendistato sulle strade bianche in vista degli impegni nel tricolore Junior, sempre alla guida della Renault Twingo R2.rnrnAl via ad Arezzo vi sarà anche il goriziano Federico Laurencich. Con una Renault Clio R3, sarà uno degli “osservati speciali” nella categoria della due ruote motrici, alla luce delle recenti perfomance ottenute con la due litri francese, con le quali si è assicurato la seconda posizione in classifica provvisoria nel raggruppamento D del Campionato.rnrnAl via, per la prima volta con i colori di POWER CAR TEAM, anche il locale Francesco Bidini,il quale cercherà l’ispirazione giusta della Prova Speciale prevista, la celebre “Alpe di Poti” per piazzare la Renault Clio S1600 affidatagli sul podio di categoria.rnrnAncora una volta viene proposta la storica PS Alpe di Poti, che ha fatto parte di svariate gare quali il Rallye Sanremo Mondiale e il Rally San Marino. Saranno quattro i passaggi sulla prova speciale di 14 km. La cerimonia di partenza di sabato 28 febbraio e l’arrivo finale di domenica sera 1 marzo si terranno in Via Roma, nel centro della città della Giostra del Saracino.