6^ Ronde delle Miniere: a 15 giorni dall’evento sono già oltre 70 gli iscritti

a cura di Piero Venturarnrnrn

San Giorgio Piacentino (PC) – “È tutto pronto, la macchina organizzatrice sta procedendo spedita senza difficoltà, grazie soprattutto alla disponibilità delle amministrazioni dei Comuni interessati dalla manifestazione”.

A parlare è Danilo Magnani “deus ex machina” della Scuderia Invicta che da quest’anno ha preso in mano le redini dell’evento avuto in eredità dai fratelli Morcia. “Sono grato a tutti coloro che ci stanno dando una mano per la buona riuscita di questo evento. Noi del’Invicta, siamo nuovi come organizzatori in campo rallystico, pertanto l’impegno è doppio e ovviamente gravoso, ma ce la stiamo mettendo tutta certi di poter offrire ai concorrenti un ottimo prodotto”.rnrnLa gara, prevista per i prossimi 14 e 15 marzo, è stata insignita quale Test Event Giovani di ACI Team Italia e sta conoscendo un notevole momento di notorietà, tant’è che ad ancora due settimane dallo svolgersi delle sfide ha già sentita forte la stima dei piloti. Ben oltre settanta, infatti sono le adesioni pervenute ed il fatto che il periodo di accoglienza adesioni chiuderà il 7 marzo, fa pensare ad un successo in termini di partenti.rnrnPasso importante dell’evento, che si pone tra quelli privilegiati nel piacentino che coniugano sport e valorizzazione del territorio portando la conoscenza dei luoghi ove si svolge con il turismo emozionale , sarà la presentazione alla stampa ed alle Autorità.  Sarà sabato 28 febbraio prossimo, alle ore 10,00, nella sala consiliare del Comune di Gropparello, ove saranno presenti le Amministrazioni dei Comuni interessati dalla gara,  Carpaneto, Castell’Arquato, Piacentino, Gropparello, Lugagnano Val d’Arda e Vernasca.rnrnLa 6^ Ronde delle Miniere è poi avvalorato anche dall’essere stato investito dall’ Automobile Club d’Italia quale TEST EVENT GIOVANI, insieme a poche altri rallies, utileagli Osservatori e i Tutor di ACI TEAM ITALIA per visionare i giovani talenti dell’Italia da rally, piloti di un’età compresa tra i 18 e i 23 anni che si stanno avvicinando allo sport automobilistico. Inoltre, sarà l’atto iniziale della stagione della Lombardia Ronde Cup ed il Campionato ERMS (Emilia Romagna, Marche e San Marino) ed inoltre avrà istituito il PREMIO GIOVANNI VALLA, intitolato alla memoria di una grande persona del rallismo locale, un brillante tecnico scomparso prematuramente lo scorso novembre.rnrnAl termine del “Miniere” verranno premiati i vincitori delle classi A7, N3 ed N2, scelta assolutamente non casuale, visto che queste sono le classi nelle quali hanno corso le auto preparate da Valla e dalla sua VSport. Inoltre, è stato dato un occhio alle partecipazioni di equipaggi femminili, prevedendo l’iscrizione gratuita per il primo equipaggio “rosa” che vorrà aderire alla sfida di questa gara, che essendo a ridosso dell’avvio dei Campionati tricolori, si propone anche come utile test prima dell’avvio dell’attività ufficiale di alto livello.rnrnrn[showpicc]2__percorso.jpg[/showpicc]rnrnrnLA “PIESSE” A VELEIA, Per lo scenario dell’edizione del ritorno dopo quattro stagioni di pausa,lo scenario delle sfide è stato individuato nella  Prova Speciale di “Veleia”, 14,900 chilometri dal nome preso in prestito dalla storia, oltre che dal passato sportivo.  “Veleia” arriva dall’omonima frazione conosciuta per gli importanti rinvenimenti archeologici di età romana, un vero museo a cielo aperto, mentre i quasi quindici chilometri di sfida, vicino al massimo consentito dal regolamento delle Ronde, si rivelano estremamente tecnici oltre che spettacolari.rnrnSaranno da percorrere quattro volte, in una strada che pronta ad offrire duelli di alto profilo. Disputata parzialmente in senso inverso nell’ultima edizione  2011, la prova è quindi totalmente inedita in questa versione, altro motivo di grande attesa. PROGRAMMA DI GARA: Le varie fasi della gara sono state pensate per proporre una logistica snella, per non creare troppi spostamenti dei mezzi in gara e per non essere troppo invasivi con la viabilità e la vita dei cittadini residenti.rnrnLa località di Cimafava di Carpaneto sarà il cuore pulsante dell’evento, con quartier generale, partenza ed arrivo e sede anche delle verifiche ante-gara, mentre i riordinamenti ed il Parco Assistenza sono previsti a Lugagnano d’Arda. Sabato 14 marzo sarà giornata piena di impegni, per i concorrenti.rnrnDalle 08,00 alle 12,00 sono in programma le operazioni di verifica amministrativa e tecnica presso l’Agriturismo “il Borgo” a Cimafava di Carpaneto, dalle 12,30 alle 14,45 è previsto lo “Shakedown”, il test con le vetture da gara a Lugagnano Val d’Arda ed a seguire sono previste le ricognizioni del percorso con vetture di serie (ore 15,00-17,00), nel rispetto del Codice della Strada e sotto stretta sorveglianza delle Forze dell’Ordine e di Ufficiali di Gara.rnrnSarà poi la volta della partenza:  alle ore 18,00 presso la sede della M&D Costruzioni Meccaniche – Via Meucci, 2. dopodiché avverrà la cerimonia di partenza da Castell’Arquato, bellissimo borgo medioevale e città d’arte, che per l’occasione diverrà fulcro del rally. Seguirà quindi il riordinamento notturno a Lugagnano d’Arda e l’indomani, domenica 15 marzo, avrà luogo la sfida con il cronometro strutturata, come da regolamento, su quattro passaggi sulla prova di Veleia.rnrn Gli orari di transito (riferiti al passaggio del primo concorrente) sono: 8,30 – 10,50  13,30  15,20. Ogni passaggio sarà intervallato da un riordinamento ed un Parco Assistenza. L’arrivo finale sarà alle 16,50, a Cimafava di Carpaneto, con premiazione sul palco di arrivo.