Rally Vallate Aretine da dimenticare per la Squadra Corse Isola Vicentina

Non parte bene l’avventura nel Campionato Italia Rally Autostoriche per la scuderia vicentina. Solo due dei sette equipaggi in gara vedono l’arrivo di Arezzo

Isola Vicentina (VI), 10 marzo 2015 – I presupposti per ben figurare nella gara di apertura del Campionato Italiano Rally Autostoriche c’erano tutti, ma qualche problema meccanico di troppo ed una buona dose di sfortuna hanno permesso ai portacolori della Squadra Corse Isola Vicentina un bottino al di sotto delle aspettative con soli due equipaggi all’arrivo tra i sette che hanno preso il via da Piazza Grande di Arezzo, sabato 7 marzo.rnrnLo show della sfortuna inizia con la foratura patita dalla Porsche 911 S di Emanuele Paganoni e Marco Dell’Acqua già nel corso della prima speciale, ma sarà un bilanciere di una valvola a decretarne lo stop nel corso della terza prova “Ponte alla Piera”, la stessa lungo la quale si è fermata la Ferrari 308 GTB di “Lucky” e Luigi Cazzaro appiedata dalla rottura di un semiasse subito dopo aver realizzato lo scratch nella precedente “Rassinata” che aveva piazzato il duo vicentino in seconda posizione assoluta. Sempre nel terzo tratto cronometrato si registrava l’acuto di Paolo e Giulio Nodari al loro primo parziale assoluto in una gara di Campionato Italiano che valeva loro la terza piazza assoluta oltre all’importante provvisoria leadership di 3° Raggruppamento, durata purtroppo poco, visto che nella successiva prova un’uscita di strada metteva fine ai sogni di gloria; nonostante il pesante ritardo continuavano, ma è una seconda, anomala, uscita due prove più tardi a decretare il definitivo stop. Quarta speciale fatale anche per il debuttante nel mondo dei rally storici Fabio Frisiero, in coppia con Luca De Rizzo, il quale firmava un ottimo quinto assoluto nella speciale d’apertura e nelle successive continuava l’apprendistato con l’Audi Quattro Gruppo B, sino a quando un’uscita di strada mette fine alla loro gara.rnrnCome se non bastassero i quattro ritiri registrati dal sodalizio vicentino, ci si è aggiunto quello amaro che ha visto coinvolti Manuel Mettifogo e Mattia Franchin i quali nel Trofeo A112 Abarth si mettono in evidenza nel finale di gara risalendo dalla sesta alla terza posizione assoluta, ma vengono beffati nell’ultimo trasferimento dal cedimento della guarnizione della testata.rnrnA tenere alto l’onore della Squadra Corse Isola Vicentina ci hanno pensato Paolo Baggio e Flavio Zanella buoni quinti assoluti e secondi del 4° Raggruppamento con la Lancia Rally 037 Gruppo B a soli 14 secondi dai vincitori di categoria; a far loro compagnia sul palco di Piazza Grande sono salite anche Fiorenza Soave e Monica Galesi,che oltre a far propria la classifica femminile, sono prime di classe A/2000 con la Fiat Ritmo Abarth e ventunesime nell’assoluta. Entrambi contribuiscono a racimolare comunque dei punti preziosi per la classifica Scuderie del Campionato Italiano.