Formula 1: regolamenti 2015

Dopo la passata stagione rivoluzionaria il mondiale di Formula Uno 2015 è quello della normalizzazione dal punto di vista regolamentare. Senza grandi stravolgimenti tecnici le prestazioni sono migliorate, i motori sono più roboanti e i recenti vari cambi di casacca hanno spostato l’attenzione degli appassionati dalle macchine ibride ai piloti. Eppure anche quest’anno sia il regolamento sportivo sia quello tecnico sono stati rivisti e aggiornati comportando qualche novità.

NOVITÀ DEL REGOLAMENTO SPORTIVO 2015rnrnUnità motrici (power unit)rnScendono a 4 le unità motrici che ciascun pilota potrà sostituire nell’arco della stagione, attualmente composta da 20 Gran Premi. Ricordiamo che da quest’anno i costruttori impegnati in F.1 saranno 4: Mercedes, Renault, Ferrari e Honda.rnrnPenalità power unitrnLa vettura di un pilota costretto ad utilizzare più di 4 unità motrici verrà arretrata sulla griglia di partenza del Gran Premio in cui si verifica la sostituzione. A differenza del 2014 la penalità non ricadrà su eventi successivi ma, se un pilota non sarà in grado di retrocedere del numero completo di posizioni sulla griglia, verrà penalizzato sulle seguenti basi:rnrn1-5 posti in griglia: cinque secondi di penalità;rn6-10 posti in griglia: penalità drive-through (passaggio lungo la corsia dei box a velocità limitata);rn11-20 posti in griglia: dieci secondi di stop-and-go;rnPiù di 20 posti in griglia: penalità sul tempo in gara.rnrnNuove penalitàrnOltre ai 5 secondi di penalità introdotti lo scorso anno, i giudici di gara potranno assegnare anche 10 secondi per infrazioni minori nel 2015.rnrnPunteggirnE’ stato abolito il doppio punteggio messo in palio all’ultima gara della stagione (la norma è dunque valsa solo per il Gran Premio di Abu Dhabi 2014).rnrnRipresa della gara dopo la safety carrnIn un primo momento il regolamento 2015 prevedeva che i Gran Premi neutralizzati dalla safety car riprendessero con una partenze da fermo, con una nuova griglia di partenza. La norma è stata bocciata per cui anche quest’anno la corsa ritornerà ad avere valenza agonistica non appena la vettura di sicurezza imboccherà la corsia box.rnrnSafety car virtualernIl sistema testato negli ultimi GP della passata stagione, in seguito all’incidente di Jules Bianchi, verrà ufficialmente introdotto nel 2015. Anche quando la safety car non sarà in pista le vetture potranno esser rallentate virtualmente nelle zone dove sono esposte le doppie bandiere gialle, in attesa dell’arrivo della vettura di sicurezza.rnrnSospensione di una corsarnQuando viene esposta la bandiera rossa le vetture dovranno rientrare lentamente lungo la pit lane, anziché schierarsi e fermarsi sulla griglia di partenza.rnrnAbbandono della griglia fuori tempornUn pilota sarà tassativamente costretto a partire dalla pit lane se un membro della sua squadra, o una qualsiasi apparecchiatura, rimane sulla griglia di partenza dopo che è stato mostrato il segnale dei 15 secondi.rnrnRipartenze pericolosernPer il 2015, le ripartenze dopo i pit stop non sicure saranno punite con dieci secondi di stop&go per il pilota in questione. Ulteriori sanzioni possono essere imposte a discrezione dei commissari sportivi.rnrnPiloti doppiati durante la safety carrnCome è avvenuto nel 2014, le vetture doppiate possono tornare a pieni giri superando la safety car, una volta che la pista è stata messa in sicurezza. Tuttavia, la macchina di sicurezza non sarà più costretta ad attendere che questi piloti si accodino al gruppo, ma potrà rientrare ai box una volta che verrà superata dall’ultimo doppiato.rnrnrn[showpicc]sc.jpg[/showpicc]rn

La Mercedes-AMG GT S è il nuovo modello di safety car 2015

rn rnrnNOVITÀ DEL REGOLAMENTO TECNICO 2015rnrnSospensionirnEventuali sistemi di sospensione montati sia sulle ruote anteriori che su quelle posteriori possono reagire solo alle variazioni di carico applicato alle relative sezioni dirette. Il sistema FRIC (Front and Rear Interconnected Suspension) è ufficialmente bandito.rnrnCambiornLe squadre non potranno più rimappare i rapporti del cambio durante la stagione in base ai circuiti (nel 2014 hanno potuto farlo una volta sola nell’arco della stagione).rnrnPeso minimornIl peso minimo, senza carburante, di una monoposto è stato leggermente aumentato per il 2015: ogni macchina dovrà pesare almeno 702 Kg. La differenza è dovuta ad un aumento del peso degli pneumatici Pirelli 2015.rnrnMusettirnSono state introdotte nuove norme per garantire maggiore sicurezza e migliorare esteticamente le vetture a livello del musetto, ora con una curva verso terra più uniforme e graduale. Spariscono certe soluzioni bizzarre viste nel 2014 (“muso da formichiere” o musetti a doppio livello come quello della Caterham).rnrnProtezioni abitacolornLe protezioni ai lati della cella di sopravvivenza sono state aumentate, estese verso la parte alta del bordo dell’abitacolo e lungo la testa del pilota.rnrnTest in pistarnSi riducono le giornate di prove. Durante la stagione si terranno due sessioni da due giorni ciascuna, rispetto ai quattro giorni del 2014. Inoltre 2 dei 4 giorni totali di test dovranno essere riservati ai giovani piloti.rnrnrn[showpicc]carmen.jpg[/showpicc]rn

Carmen Jorda (26 anni), spagnola, nel 2015 è entrata a far parte del programma giovani piloti del team Lotus

rn rnrn

Francesco Bagini