F1 GP Australia: Lewis Hamilton ottiene la pole con gomme soft

Il pilota Williams, Valtteri Bottas, è stato l’unico non-Mercedes a superare la Q1 con gomme medium. DOmani attesi due pit stop per la maggior parte dei piloti.

Melbourne,14 marzo 2015 – Lewis Hamilton ha ottenuto la pole position per il Gran Premio d’Australia, avanti al suo compagno di squadra, Nico Rosberg, con i P Zero Yellow soft (mescola che è fino a 1,4 secondi più veloce del P Zero White medium, l’altra soluzione portata a Melbourne per la prima gara della stagione).rnrnHamilton diventa così il pilota con più pole ottenute in Australia: ben 4. Dal 2005, la gara è stata vinta 6 volte dal pilota che partiva in pole; mentre il pilota a partire più dietro e a vincere poi la gara iniziava dalla settima posizione.rnrnLe temperature, calde al mattino, si sono poi abbassate nel corso delle qualifiche e la temperatura dell’asfalto si è notevolmente ridotta a causa del vento e delle nuvole che hanno coperto il cielo australiano.rnrnI due piloti Mercedes, oltre a Valtteri Bottas, sono stati gli unici a superare la Q1 solo con gomme medie.rnLe squadre sono poi passate alle gomme morbide nella Q2, ma Mercedes è stata l’unica a completare la sessione con un solo run.rnrnCon la pole di Hamilton, ottenuta proprio alla fine della Q3, la Mercedes è stata la più veloce in ogni sessione disputata sinora.rnIl tempo della pole dell’inglese, 1m26.327s, è stato di oltre tre secondi più veloce del miglior tempo del weekend 2014: 1m29.375s, segnato nella FP3 (le qualifiche furono bagnate).rnHamilton è stato il più veloce anche nelle FP3 di questa mattina, con le gomme a mescola soft.rnrnUna strategia a due soste, vincente lo scorso anno, sarà probabilmente la più utilizzata anche domani. Data la bassa usura e il basso degrado, anche una strategia ad una sola sosta potrebbe essere teoricamente un’opzione. Tuttavia, questo significherebbe spendere troppo tempo sulla gomma media, più lenta della soft.rnrnPaul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli, ha dichiarato: “Questa è stata una delle sessioni di qualifica più attese dell’anno, ed ha confermato molte delle aspettative che avevamo. Gli pneumatici hanno performato esattamente come previsto, con nessuna traccia di graining o blistering, nonostante le condizioni della pista siano cambiate a causa del vento. La nostra scelta di gomme apre spazio a diverse strategie, anche se una tattica a due soste sembra essere la più veloce. Dopo aver visto il vero ritmo in qualifica delle vetture 2015, ora aspettiamo di vedere il loro passo di gara: c’è spazio per molte sorprese interessanti”.rnrnrnLa strategia Pirelli:rnrnUna strategia a due soste è teoricamente la più veloce per i 58 giri di gara: partenza con le soft, nuovo set di soft al 27° giro e poi medie al 52° giro.rnrnAnche una strategia ad una sola sosta è possibile, con l’ipotesi più veloce che in questo caso prevede di partire con le medie e poi passare alle soft al 24° giro; altrettanto veloce è partire con le soft e poi passare alle medie al 34° giro.rnTuttavia, c’è una probabilità molto alta di safety car, circa il 55%, e questo avrà senza dubbio effetti sulle strategie.rnrnrnI più veloci in FP3:rnHamilton 1m27.867s Soft nuovarnVettel 1m28.563s Soft nuovarnRosberg 1m28.821s Soft nuovarnrnGomme usate dai top 10:rnHamilton 1m26.327s Soft nuovarnRosberg 1m26.921s Soft nuovarnMassa 1m27.718s Soft nuovarnVettel 1m27.757s Soft nuovarnRaikkonen 1m27.790s Soft nuovarnBottas 1m28.087s Soft nuovarnRicciardo 1m28.329s Soft nuovarnSainz 1m28.510s Soft nuovarnGrosjean 1m28.560s Soft nuovarnMaldonado 1m29.480s Soft usata