Qatar test, Day 1: Petrucci è veloce ma cade due volte. Hernandez in crescita

Hanno preso il via oggi sul circuito di Losail a Doha, Qatar, gli ultimi test invernali Irta che precedono il via della stagione Motogp 2015 prevista sullo stesso tracciato il 29 di Marzo.

Danilo Petrucci è stato molto veloce ma si è reso protagonista di due cadute che non gli consentono di guardare con piena soddisfazione al tempo di 1:56.132 che gli è valso il 12° posto a 9 decimi dal leader di giornata Andrea Iannone. Il pilota di Terni è apparso subito a suo agio con la Desmosedici Gp 14 girando forte fino all’errore in staccata alla curva 2 che ha rallentato il programma di lavoro. Nell’ultima uscita prima del termine della sessione Petrucci è tornato a spingere forte trovando nuovamente la fiducia di inizio test e realizzando il suo giro veloce prima però di cadere nuovamente anche a causa dell’umidità scesa sul tracciato.rnrnYonny Hernandez ha mostrato evidenti segnali di miglioramento sia in termini di condizione fisica che di feeling con la Ducati Desmosedici Gp 14.2. L’infortunio alla spalla che lo aveva costretto a saltare i test di Sepang 1 sembra essere quasi completamente superato e questo ha permesso al pilota colombiano di lavorare molto sul set up della moto, in particolar modo sulle sospensioni, riuscendo a tenere in pista un buon ritmo e chiudere in 13° posizione con il tempo di 1:56.301.rnrnrnDanilo Petrucci – Pramac Racing #9 – 12° (1:56.132, 44 giri)rnrn[showpicl]bmg4_7587.jpg[/showpicl]“È stata una giornata un po’ particolre. Ho trovato subito un buon feeling con la moto. Stavo girando molto bene ma sono caduto alla curva 2 cercando di provare una traiettora diversa. Abbiamo continuato con il programma, cercando di lavorare con le stesse gomme perchè se la velocità è buona, dopo un po’ di giri perdo un po’ di grip con il posteriore. La prima caduta purtroppo ci ha fatto perdere tanto tempo. Dovevamo Finire prima per evitare i problemi sulla pista invece sono rentrato a fine sessione centrando il miglior tempo sul giro ma cadendo ancora anche per l’umidità. Volevo stare nei primi 10, e alla fine sono solo a 8 decimi dal primo. Ma non va bene cadere una volta, figuriamoci due. Mi dispiace molto per il team”.rnrnrnYonny Hernandez – Pramac Racing Team #68 – 13° (1:56.301, 26 giri)rnrn[showpicl]bmg4_7412.jpg[/showpicl]“Sono contento per questo primo giorno di test. La spalla sta molto meglio rispetto alla Malesia. Quando sono in pista non c’è dolore anche se alla fine del test sento un po’ di fatica ma questo è normale. Sono soddisfatto anche per quello che sono riuscito a fare in pista soprattutto perchè le condizioni non erano facili: c’era molto sporco e la con l’umidità la moto scivolava. Per questo aver fatto il miglior tempo con la gomma dura è un buon segnale. Spero domani di riuscire a fare ancora un passo in avanti”.