Si chiude la pre season per il team Athinà Forward Racing

È stata una tre giorni di test caratterizzata dalla pioggia quella che si è chiusa questa sera sul circuito di Jerez de la Frontera per il team Athinà Forward Racing.

Il maltempo ha di fatto reso difficile l’ingresso in pista a Simone Corsi e Lorenzo Baldassarri che non hanno potuto sfruttare a pieno le tre giornate di lavoro in vista della gara d’esordio in Qatar.rnrnBaldassarri, secondo degli italiani dietro a Morbidelli, ha siglato un migliore di 1.47.552 su pista asciutta nella seconda giornata di test. Il giovane pilota del team Forward, da poco entrato ufficialmente nella VR46 Riders Academy, ha continuato il lavoro di messa a punto della sua Kalex in condizioni di bagnato. Il feeling nel complesso è rimasto positivo e Baldassarri, ansioso di esordire in Qatar con i colori del team Athinà Forward Racing, chiude al 18esimo posto nella classifica combinata dei tempi.rnrnCostretto ai box dal maltempo e impossibilitato a completare il programma di lavoro anche il suo compagno di squadra Simone Corsi che ha preferito non rischiare in vista dell’imminente inizio di stagione.rnrnCon il test di Jerez si chiude ufficialmente la pre season 2015 per tutti i team iscritti al Campionato Mondiale di Motociclismo. La gara d’esordio in notturna è in programma tra poco meno di due settimane in Qatar sulla pista di Losail.rnrnSimone Corsi – 3rn“Purtroppo il meteo ha pesantemente condizionato la tre giorni di test. Non ho voluto rischiare sul bagnato e ho completato pochi giri. E’ un peccato perché l’obiettivo era trovare una buona messa a punto anche in vista dell’inizio di stagione, ma la pioggia mi ha costretto ai box. Sono carico e fiducioso in vista del Qatar. Dopo tanti mesi di stop, mi manca l’adrenalina da gara. Non vedo l’ora di tornare in pista”.rnrnLorenzo Baldassarri – 7rn[showpicl]492__rj11189.jpg[/showpicl]“In questa pre season il meteo non è stato dalla nostra e in tutti e tre i test non abbiamo mai potuto girare per tre giorni consecutivi. La pioggia ha condizionato la maggior parte delle sessioni ed è stato difficile portare avanti il nostro programma. In queste tre giornate mi sono concentrato sulla messa a punto del setting da bagnato. Il feeling è positivo anche in queste condizioni, ma devo migliorare sul posteriore. La gara in Qatar ormai è alle porte: sono ansioso di esordire in sella a questa moto”.