Dopo otto prove Andreucci allunga su Basso. Terzo posto per Albertini

SANREMO (IM) – La Passo del Maro, con i suoi 14,21 chilometri di lunghezza, vede la vittoria di Umberto Scandola e Guido D’Amore ripartiti in mattinata con un nuovo differenziale sulla loro Skoda Fabia. Dietro di loro, a 6 decimi, Paolo Andreucci e Anna Andreussi che allungano in classifica assoluta su Basso-Granai, terzi in questa prova a 4 decimi dall’equipaggio della Peugeot.

Equipaggio che torna alla vittoria sulla PS8, la Vignai, corsa con il tempo di 9’50”9. Umberto Scandola e Guido D’Amore sono secondi, a 8”7, e “rosicchiano” qualche secondo in classifica generale a Stefano Albertini e Danilo Fappani, che occupano la terza posizione, a 1’23”1 dai primi. Tra i due, Giandomenico Basso e Lorenzo Granai che, correndo con molta attenzione e senza troppo spingere, concludono la prova in quarta posizione e si presentano all’ultimo riordino con un ritardo sui battistrada salito a 32”5.rnrnIl Trofeo Renault Clio R3 Produzione vede sempre al comando l’equipaggio composto da Luca Rossetti e Mattia Chiarcossi davanti, di 13”4, a Ivan Ferrarotti e Manuel Fenoli. Luca Panzani e Sara Baldacci mantengono la prima posizione tra le Twingo così come Claudio Gubertini e Alberto Ialungo tra le Suzuki Swift in gara a Sanremo. A due prove dalla conclusione del Rallye Sanremo 2015, Michele Tassone, con la Peugeot 208, guida la classifica Junior.rnrnMentre i concorrenti in gara tra le storiche facevano una pausa presso lo Stabilimento F.lli Carli di Imperia, l’ultima prima di affrontare le tre prove che conducono al podio, il Leggenda proseguiva la sua corsa. Una corsa che ha avuto come protagonisti assoluti Franco Borgogno e Riterini Federico. I due, infatti, siglano con la loro Peugeot 207 S2000 tutte e sei le speciali in programma e, facendo il vuoto alle loro spalle, si aggiudicano la vittoria finale con il tempo di 55’23”8. Seconda piazza, a 2’40”8, per Francesco e Marco Rocchieri su Subaru Impreza; terzi, a 2’52”8, Fulvio Calvetti e Giulia Conti su Renault Clio Williams. rnrnASSOLUTA DOPO PS8: 1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208) in 1:26’23.1; 2. Basso-Granai (Ford Fiesta Ldi) a 32.5; 3. Albertini-Fappani (Peugeot 208) a 1’23.1; 4. Scandola-D’Amore (Skoda Fabia) a 2’12.1; 5. Chardonnet-Vilmot (Ford Fiesta) a 3’02.5; 6. Baccega-Ottaviani (Ford Fiesta) a 6’06.9; 7. ‘CIAVA’-Ciucci (Ford Fiesta) a 6’53.6; 8. Rossetti-Chiarcossi (Renault Clio) a 7’16.3; 9. Ferrarotti-Fenoli (Renault Clio) a 7’29.7; 10. Tarantino-Tarantino (Peugeot 207) a 7’33.9