Gianni Morbidelli conclude le gare asiatiche del campionato TCR in testa alla classifica generale

La pista di Shanghai si è confermata un generoso terreno di caccia per le Honda della WestCoast Racing, col team svedese che ha aggiunto domenica alla tripletta del sabato capeggiata da Gianni Morbidelli un altro podio del pesarese che, partito decimo sulla griglia invertita, ha concluso a podio mentre il suo collega Kevin Gleason ha ottenuto altri punti preziosi.

A dirla tutta stavolta sembrava che una doppietta della Honda fosse alla portata, visto che una giornata ispirata di Morbidelli lo aveva portato a lanciare la sua Civic nelle curve e rettifili della pista cinese fino alla vetta della classifica, una posizione raggiunta al sesto dei dieci passaggi previsti che confermava ancora il proficuo sviluppo condotto sulla vettura nei tre giorni di meeting a Shanghai.rnrnMa con tre giri rimasti (mentre Gleason e l’altra Honda di Rene Muennich erano in rimonta), un brutto scherzo del destino ha fatto calare brevemente la potenza della vettura del pesarese, dando modo alle SEAT Leon del poi vincitore Andrea Belicchi ed all’ex-leader del campionato Stefano Comini di riportarglisi davanti. Appena certo che la vettura era tornata alla normalità l’ex-pilota di F.1 si è riportato sotto a quegli stessi rivali che nella prima metà della gara aveva già scavalcato, riuscendo però solo a sfidare per il secondo posto lo svizzero, e optando per non correre rischi eccessivi nel finale dato che “accontentarsi” del terzo gradino del podio peraltro lo confermava leader con due punti di margine su Comini.rnGleason ha aggiunto per il team Honda un sesto posto mentre Muennich dopo una gara piena di contatti e battaglie terminava quattordicesimo.rnrnL’OPINIONE DI GIANNI SU SHANGHAIrnrn“Se l’altro giorno Shanghai mi aveva regalato la giornata perfetta, con la pole e la prima vittoria della stagione, domenica è stata la dimostrazione che nelle corse non c’è niente di scontato. A metà gara, poco dopo aver preso la prima posizione, il motore mi si è spento per un attimo ed ho perso tre posizioni. sono stato fortunato a riguadagnare il terzo posto è mantenere comunque la leadership nel campionato conquistata domenica. Sono certo che i tifosi si siano divertiti lo spettacolo che abbiamo dato, e che questa gara mostri quanto divertente e combattuta sarà il resto della stagione, a cominciare dalle prossime corse a Valencia”.