Mancin cerca gloria in terra austriaca

Il portacolori della scuderia Mach 3 Sport si prepara ad affrontare una stagione intensa nell’Austrian Hill Climb Championship alla guida della fida Citroen Saxo gruppo A.

Rivà (Ro), 22 Aprile 2015 – Dopo un 2014 che lo ha visto per la prima volta varcare i confini italiani per cercare nuovi stimoli ed ambiziosi traguardi, raccogliendo notevoli soddisfazioni seppur il successo finale sia mancato di un soffio, Michele Mancin non lascia ma raddoppia andando ad incentrare la nuova stagione agonistica in uno dei campionati nazionali di maggior rilievo in ambito europeo ovvero l’Austrian Hill Climb Championship.rnrnLa serie si articola su un totale di undici appuntamenti di cui tre si svolgono in Italia ed altrettanti in Austria, due in Slovenia, uno in Croazia, in Repubblica Ceca ed in Germania.rnrnAd aumentare la caratura del programma del portacolori della scuderia Mach 3 Sport è la concomitanza di gran parte degli eventi con il FIA European Hill Climb Championship ovvero la massima serie continentale per quanto riguarda gli specialisti della velocità in salita.rnrnrn[showpicr]mmancin_22_04_2015_b.jpg[/showpicr]“La sfortuna patita ad Adria nella nostra parentesi rallystica è già un lontano ricordo – racconta Mancin – perchè l’impegno che ci attende è di un livello notevole. Assieme allo staff della Mach 3 Sport abbiamo ragionato tutto l’inverno per valutare le strade da intraprendere per la nuova stagione e la scelta è ricaduta su uno dei campionati di riferimento a livello europeo per la specialità. Il livello dei concorrenti è altissimo così come quello degli appuntamenti a calendario. Non partiamo del tutto all’oscuro perchè svariate salite ho avuto il piacere di correrle già lo scorso anno pertanto abbiamo in archivio i dati che ci permetteranno di essere competitivi nel corso della stagione. Se le ambizioni del 2014 per un certo senso potevano sembrare proibitive per noi e per la nostra piccola Saxo quelle di quest’anno lo sono ancora maggiormente ma se i risultati seguiranno lo stesso corso allora saremo in grado di dire la nostra anche in un contesto così duro”.rnrnrnL’avventura del pilota di Rivà, già due volte campione italiano classe A1600, si aprirà con la quarantatresima edizione della Cronoscalata Rechberg – Rennen, meglio nota nell’ambiente come gran premio d’Austria a confermare l’importanza dell’evento visti i ben 240 partenti.rnrnPer Mancin, all’esordio sui poco più di cinque chilometri che si snodano nella regione dell’Alta Austria ad ovest di Vienna, si preannuncia una sfida contro i giganti delle salite visto il parco partenti di primo ordine che ogni anno caratterizza tale appuntamento.rnrnrn“Da quel che abbiamo potuto studiare del tracciato – aggiunge Mancin – non siamo di fronte ad un percorso particolarmente veloce ma molto tortuoso con numerose curve e tornanti. La Rechberg Rennen è una manifestazione che attira ogni anno migliaia di appassionati per non parlare degli iscritti che sono altamente competitivi. Non ci possiamo più nascondere dietro ad un dito perchè quando lo scorso anno ci trovavamo a calcare strade per noi sconosciute spesso sono usciti ottimi risultati. Di certo non avremo vita facile ma tutto il pacchetto è pronto ed è in forma pertanto non vediamo l’ora di iniziare le danze e cercare di puntare ad un nuovo ed importante traguardo con la nostra inarrestabile Citroen Saxo che tante gioie ci ha regalato”.