L’enduro italiano arriva in Puglia per il secondo appuntamento 2015

A tenere a battesimo questo grande evento che vedrà uno dei più bei territori d’Italia protagonista delle due ruote tassellata sarà la cittadina di Pietramontecorvino. Alla direzione lavori il Motoclub Leaquile di Pietramontecorvino, club nato nel 2011 e capitanato da Alessandro Lombardi, pronto a cogliere, con i suoi uomini, la sfida tricolore del Campionato Italiano Under23/Senior. Preziosa la collaborazione dei Motoclubs Falchi Dauni e Foggia e dei gruppo San Paolo Offroad Group e San Severo Enduro Team, pronti a dare una mano agli amici del club foggiano.

Quello di questo fine settimana non sarà l’entrata ufficiale della provincia di Foggia nell’albo d’oro delle manifestazioni enduristiche a carattere nazionale, ma segnerà il grande ritorno della regione Puglia in un evento tricolore. Era infatti il 2006 quando a Martina Franca si svolgeva il Campionato Italiano Major; questa volta si parte dai più giovani, dal futuro dell’Enduro italiano.rnrnDuecentoquarantacinque gli iscritti che stanno raggiungendo in queste ore Pietramontecorvino. Ad attenderli due prove speciali, dislocate nei 50 km di percorso puramente offroad.rnrnSi parte domenica mattina alle ore 8.30; dopo appena due chilomentri ci sarà già il primo responso cronometrico con la prova fettucciata disegnata su un grande campo prevalentemente pianeggiante e lunga circa 5,5 km. Al suo interno qualche passaggio in contropendenza impegneranno i riders al via. A seguire un lungo trasferimento di 35 km accompagnerà i conduttori nei pressi del C.O., situato in località Monte Sanbuco. Da qui altri 10 km di sentieri prima di spalancare il gas all’interno dell’Enduro Test; oltre sette chilometri di linea guidata nel sottobosco foggiano, con tratti tecnici in pietraia. Terminata la prova si prosegue fino al paddock, per la conclusione del giro.rnrnTre i passaggi che impegneranno gli atleti; all’ultimo giro, prima di mettere le moto in parco chiuso verrà affrontato per la quarta volta il Cross Test per un totale di sette prove speciali cronometrate.rnrnL’Entusiasmante weekend marchiato Under23/Senior aprirà le danze già da venerdì; alle ore 20.00 l’appuntamento è con la “Festa dell’Endurista” in prossimità del paddock. Prodotti locali e musica allieteranno i presenti per un momento conviviale prima di “fare sul serio”.rnrnSabato mattina al via le operazioni preliminari. Consueti controlli amministrativi e tecnici prima di lasciare il proprio mezzo all’interno del parco chiuso. A seguire il tradizionale briefing di gara con Mario Rinaldi!rnrnLe battaglie non si faranno certamente attendere; dopo la prova inaugurale di Ottobiano con un Enduro “atipico” siamo pronti a tornare alla vecchia regolarità. I risultati del primo round saranno confermati o ci saranno dei capovolgimenti ai vertici?