Il 2015 di Eddie Cheever III riparte dal primo gradino del podio

Valencia, Spagna – Il 2015 di Eddie Cheever III nella NASCAR Whelen Euro Series comincia con una solida e intelligente prestazione nel round inaugurale di Valencia, dove il pilota romano ha conquistato la prima vittoria della stagione e un bel quarto posto nella seconda gara.

Risultati che gli valgono la seconda posizione in campionato ad appena due punti dal capoclassifica. Nel Trofeo Junior “Jerome Sarran”, che Eddie ha già vinto al debutto nel 2014, il driver della Chevrolet SS #51 CAAL Racing è saldamente al comando, avendo conquistato la speciale classifica in entrambe le gare davanti agli oltre 20mila spettatori giunti in circuito per gustare lo spettacolo made in USA della NASCAR europea.rnrnLo straordinario weekend di Eddie Cheever è iniziato già al giovedi, quando negli ultimi test prestagionali ha colto la prima e la seconda posizione nei due turni di prove, a testimonianza dell’ottima preparazione svolta dal 21enne romano insieme al team CAAL Racing durante la pausa invernale. Le buone sensazioni sono continuate nelle prove libere, dove Eddie ha conquistato due terzi posti a pochi decimi dalla vetta, dimostrandosi costante oltre che competitivo. Entrato agilmente tra i 12 piloti più veloci in qualifica che prendono parte alla Superpole, Cheever ha conquistato la seconda fila sullo schieramento con il terzo tempo per il via di Gara 1.rnrnAllo start della Race 1, la gialla Chevrolet SS #51 del pilota romano ha guadagnato subito una posizione e si è piazzata negli scarichi del compagno di squadra Nicolò Rocca, riuscendo a passarlo con un bel sorpasso al quarto giro. Da quel momento in poi nessuno è più riuscito a intromettersi tra Cheever e la vittoria. Nella gara della domenica, davanti ad un pubblico da grandi occasioni, Cheever ha preso il via dalla quarta piazzola sulla griglia di partenza. Spinto nella bagarre del primo giro in nona posizione, Eddie ha dimostrato di aver fatto tesoro dell’esperienza del 2014 e, con un gara aggressiva ma intelligente, ha rimontato a suon di sorpassi fino alla quarta piazza, evitando di prendere rischi eccessivi e massimizzando così il risultato in ottica di un campionato che lo vede ora in seconda posizione, ad appena due punti dal capoclassifica.rnrn”Sono molto contento del weekend, siamo stati veloci e competitivi fin dal giovedi e ci siamo confermati in ogni sessione. Il team ha fatto un lavoro fantastico su tutte e tre le vetture, erano tutte molto veloci in ogni fase di gara. Dobbiamo continuare a lavorare per mantenerci su questo livello.” ha detto Cheever, che è al comando dello Junior “Jerome Sarran” Trophy, “Un anno di NASCAR mi ha insegnato molte cose, nella seconda gara ho rimontato fin quando era possibile e sicuro farlo, poi ho preferito non rischiare e accontentarmi del quarto posto. Con questo sistema di punteggi, se vuoi puntare in alto, è fondamentale arrivare sempre al traguardo.”rnrnLa Valencia American Fest ha visto l’arrivo di oltre 20.500 persone nei due giorni, che hanno potuto accedere liberamente al paddock incontrando i piloti e con la possibilità di toccare con mano le vetture. “E’ sempre un piacere correre con le tribune piene, l’affetto del pubblico è un qualcosa di indescrivibile, ti dà una marcia in più. La presenza e la felicità dei tifosi alle gare è fondamentale per il motorsport, e in questo la NASCAR non è seconda a nessuno.”rn rnIl prossimo round della NASCAR Whelen Euro Series è in programma il 23 e 24 maggio sull’ovale da mezzo miglio di Venray, una nuova sfida che Eddie affronterà con le idee molto chiare: “La posizione in campionato ora non è molto importante, certo fa piacere ed è sempre un bene essere lassù, ma in questo momento l’importante è essere competitivi in ogni gara. Poi, dalle Semifinali di Magione, tireremo le somme e cominceremo a fare dei calcoli. Intanto ci aspetta Venray, un ovale ben più veloce di Tours, tipicamente americano. Una buona scuola che può prepararci alla NASCAR americana. Intanto, però, pensiamo a fare bene qui in Europa!”