Primo tempo per Rea nella giornata di apertura ad Imola

Kawasaki e Ducati protagoniste, Sykes secondo davanti a Giugliano e Davies.

La giornata di apertura del round italiano Acerbis del Mondiale Superbike, quinto atto della stagione 2015, ha visto una bella battaglia in pista tra i portacolori ufficiali di Kawasaki e Ducati, tutti molto competitivi sul tracciato di Imola quest’oggi.rnrnA chiudere al vertice dopo ill secondo turno di prove libere è l’attuale leader della classifica Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), autore di un crono di 1’47.44 ed in grado di precedere, per soli 173 millesimi, il compagno di squadra Tom Sykes.rnrn[showpicr]sbk_8496_davide_g.jpg[/showpicr]Gli alfieri della Casa di Borgo Panigale non sono rimasti a guardare, con un Davide Giugliano in grado di mostrare un livello di forma incredibile al rientro dopo due mesi e mezzo di stop, tanto da chiudere al terzo posto proprio davanti all’altro alfiere dell’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team, il gallese Chaz Davies.rnrnQuinto posto per Leon Haslam (Aprilia Racing Team – Red Devils), in cerca di quel paio di decimi che gli permetterebbero di agganciare il gruppo di testa. Il centauro inglese ha comunque preceduto il connazionale Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki), il pilota di casa Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia), un David Salom tornato su ottimi livelli in sella alla ZX-10R del Team Pedercini e l’argentino Leandro Mercado (Barni Racing Team Ducati). Completa la top 10 il campione in carica Sylvain Guintoli (Pata Honda World Superbike), sempre distanziato dai primi ma comunque più a suo agio sulla pista romagnola del compagno di squadra Michael van der Mark, tredicesimo.rnrnLa pista di Imola si dimostra come sempre di difficile interpretazione per i nuovi arrivati, vista la quindicesima posizione di Jordi Torres (Aprilia Racing Team – Red Devils), preceduto da un Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) più in difficoltà rispetto alla mattinata ed unico pilota in pista non in grado di migliorarsi rispetto al primo turno.