Lewis Hamilton agguanta la sua prima pole a Monaco, usando le nuove gomme Pirelli Supersoft

Domani si prevede una strategia su un’unica sosta motivata dai bassi valori di usura e degrado. Tutti i set di gomme Supersoft sono stati utilizzati nelle qualifiche: nessuno tra i primi 10 avrà Supersoft nuove in gara.

Monaco, 23 maggio 2015 – Lewis Hamilton ha conquistato la sua prima pole position a Monaco. Il pilota Mercedes è stato il più veloce in qualifica con il nuovo P Zero Red supersoft. La mescola più morbida del range Pirelli è circa un secondo al giro più veloce del P Zero Yellow soft, l’altro pneumatico disponibile in questo fine settimana.rnrnQuest’anno lo pneumatico supersoft è nuovo nella mescola e nella costruzione, progettato per offrire maggiore resistenza al graining e al blistering, pur offrendo ottime prestazioni complessive.rnrnMonaco ospita una delle più importanti sessioni di qualifica dell’anno, perché il circuito offre poche opportunità di compiere sorpassi.rnrnLe qualifiche sono iniziate con cielo nuvoloso e clima fresco, nel corso delle sessioni la temperatura del tracciato è scesa continuamente con qualche goccia di pioggia caduta nel paddock proprio all’inizio della Q3. Di conseguenza, è diventato particolarmente importante portare in temperatura gli pneumatici per ottenere la miglior prestazione.rnrnMercedes e Ferrari sono state le uniche a superare la Q1 utilizzando soltanto le gomme soft; dalla Q2 in poi tutti i piloti hanno utilizzato le supersoft. Con i bassi valori di usura e degrado, i piloti hanno potuto percorrere più giri durante le qualifiche, senza cali di prestazione.rnrnHamilton ha conquistato la pole position nel suo ultimo giro. L’inglese è stato il primo pilota, dopo Juan Pablo Montoya nel 2003, a vincere un Gran Premio di Monaco (2008) non partendo dalla pole. Da allora i vincitori sono sempre partiti dalla pole.rnrnLa sessione di prove libere di questa mattina è stata particolarmente importante in quanto i piloti (ad eccezione di Pastor Maldonado) non avevano ancora provato le supersoft, a causa della pioggia caduta in FP2. Di conseguenza, tutte le simulazioni di gara e di qualifica sono state concentrate nella sola ora di prove di questa mattina, in condizioni non particolarmente rappresentative. Sebastian Vettel, che partirà dalla terza posizione domani, è stato il più veloce in FP3 utilizzando le supersoft.rnrnPaul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: “Le qualifiche a Monaco sono probabilmente le più importanti dell’anno, e siamo rimasti soddisfatti del modo in cui il nostro nuovo pneumatico supersoft si è comportato durante la lotta serrata per la pole. Ci aspettiamo una strategia su una sosta per la maggior parte dei piloti, a meno che non accada qualcosa di insolito con le condizioni meteo, come abbiamo avuto modo di sperimentare oggi.”rnrnStrategia Pirelli:rnMonaco presenta una delle strategie di gara più semplici dell’anno, con usura e degrado così bassi. Tuttavia, vi è la possibilità che cadano, come oggi, alcuni scrosci di pioggia. Inoltre, storicamente c’è un’elevata probabilità di ingresso della safety car. Per i 78 giri di gara (il più alto numero di giri della stagione) la strategia teoricamente ideale è: iniziare con le supersoft, passare alle soft intorno al 27° giro, per giungere con queste fino al traguardo.rnrnI più veloci in FP3:rn1 Vettel 1m16.143s Supersoft nuovern2 Rosberg 1m16.361s Supersoft nuovern3 Hamilton 1m16.705s Supersoft nuovernrnGomme usate dai Top 10:rn Hamilton 1m15.098s Supersoft nuovern Rosberg 1m15.440s Supersoft nuovern Vettel 1m15.849s Supersoft nuovern Ricciardo 1m16.041s Supersoft nuovern Kvyat 1m16.182s Supersoft nuovern Raikkonen 1m16.427s Supersoft nuovern Perez 1m16.808s Supersoft nuovern Sainz 1m16.931s Supersoft nuovern Maldonado 1m16.946s Supersoft nuovern Verstappen 1m34.957s Supersoft nuove