Speed Motor al completo ad Ascoli Piceno nel sesto appuntamento del Tricolore della Montagna

Michele Fattorini cerca il riscatto, Paride Macario e Daniele Pelorosso fanno il loro rientro.

Nutrita la rappresentanza della scuderia Speed Motor di Gubbio alla 54esima edizione della Coppa Paolino Teodori, sesto appuntamento del campionato italiano di velocità in montagna (Civm) 2015 in programma sabato 27 e domenica 28 giugno ad Ascoli Piceno sui 5031 metri tra Colle San Marco e San Giacomo, da coprire in due gare.rnrnSaranno ben 9 i piloti presenti per il team di Tiziano Brunetti, con larga concentrazione fra vetture formula e biposto. Michele Fattorini, tradito in gara 2 a Fasano dalla frizione dopo il terzo posto in gara 1, parte animato da una grande voglia di riscatto con la sua Osella Pa2000 Honda gruppo E2B, anche se i grandi rivali ci sono tutti: Simone Faggioli su Norma M20 Fc, Christian Merli su Osella Fa30 e Domenico Scola su Osella Pa2000 Honda, non dimenticando il veterano Franco Cinelli su Lola T99/50 e lo svizzero Tiziano Riva su Reynard 92D Cosworth.rnrnAd Ascoli, come già annunciato, farà il suo rientro il bresciano Paride Macario sulla Osella Fa30 Zytek (gruppo E2M, classe 3000) messa a disposizione dal Team Faggioli e si misurerà con l’omologa Osella del trentino Adolfo Bottura, campione italiano in carica fra le “formula”.rnrnSfida in famiglia anche nella classe 2000 della E2M fra la Tatuus Formula Master di Giancarlo Graziosi e la Formula Renault Evo Kit dell’eugubino Luca Bazzucchi, all’esordio stagionale in salita, mentre nella classe 3000 della E2B il tuderte Romano Fortunati su Ligier tenterà di essere all’altezza del suo …cognome, dopo le partecipazioni a Sarnano e a Fasano tutt’altro che accompagnate dalla buona sorte. Fra le vetture turismo, un altro gradito ritorno: quello di Daniele Pelorosso, fermo dall’incidente di Sarnano.rnrnIl conduttore di Orvieto si ripresenta con la Renault Clio Proto in un’affollatissima classe 2000 della E1 Italia, che schiera sulla linea di partenza validi pretendenti chiamati Luigi Sambuco (Renault New Clio), Ferdinando Cimarelli (Alfa Romeo 156) e Claudio Giobbi (Bmw 320). Lotta serrata anche per l’altro “driver” di Gubbio, Paolo Biccheri su Renault New Clio, nella Racing Start Plus.rnrnInfine, un altro eugubino, Eric Nicchi, è impegnato fra le auto storiche con la sua inconfondibile Alfa Romeo Giulia Super nella classe 1300 Turismo del 2° raggruppamento. Concrete le possibilità della Speed Motor di tornare dalla tappa marchigiana con risultati di prestigio in una cronoscalata che registra oltre 200 iscritti.