Mondiale enduro, GP di Belgio. Buon weekend per Bresolin e Macoritto

Per la prima volta nella sua storia, il Mondiale Enduro ha fatto tappa in Belgio. Ieri e oggi a Saint Hubert è andato in scena il penultimo appuntamento della stagione che ha visto scendere in campo i piloti del Team Italia Matteo Bresolin e Lorenzo Macoritto, quest’ultimo al suo debutto in un GP di Mondiale in un paese straniero dopo l’esordio assoluto in Italia.

La gara non presentava particolari difficoltà e si basava su tre prove speciali, affrontate per quattro volto e dislocate su 55 km di percorso.rnrnNella categoria Junior Matteo Bresolin ha ottenuto un buon ottavo posto ieri, a soli 16 secondi dal settimo classificato, Kirin Mirabet. Giornata più complicata oggi per il piemontese che è stato costretto a rientrare al paddock in anticipo a causa di una caduta nell’ultimo Cross Test della giornata. Niente di grave per Bresolin, che riporta solo qualche contusione.rnBuono il debutto estero per Lorenzo Macoritto, schierato nella Youth Cup e capace di trarre da questo GP di Belgio tanta esperienza utile per le prossime stagioni. rnrnFranco Gualdi, Coordinatore Nazionale Enduro: “Continua il cammino per Matteo Bresolin nel Campionato del Mondo, con miglioramenti soddisfacenti. Peccato per la caduta di oggi che lo ha costretto al ritiro. Ottimo debutto per Macoritto, alla sua prima esperienza mondiale all’estero. Ora ci sarà una lunga pausa prima della prova conclusiva che si svolgerà in Francia il 3 e 4 ottobre”rnrnPer vedere ancora in azione il Team Italia Enduro dovremo invece attendere l’8 e 9 agosto, quando in Finlandia si disputerà il quarto round del Campionato Europeo.