Squadra Corse Isola Vicentina in evidenza al “Due Valli”

Nella difficile trasferta veronese, buoni esiti dal rally e dalla regolarità nonostante i numerosi ritiri. Ancora in evidenza i Nodari, quarti assoluti nel rally e ottimo secondo posto dei Coghi nella sport. Vittoria tra le scuderie nella regolarità e secondo posto nel rally!

Isola Vicentina (VI), 27 luglio 2015 – Che il Rally Due Valli non sarebbe stata una passeggiata, ben lo sapevano i numerosi equipaggi della Squadra Corse Isola Vicentina iscritti alla gara veronese, ma nessuno immaginava un’edizione così dura e difficile. Nel rally storico, settimo appuntamento del CIR Autostoriche e quinto del Campionato Triveneto sono stati ben trenta gli equipaggi ritirati sui cinquantotto partiti, a conferma delle difficoltà che la gara corsa con un clima torrido, ha riservato ai partecipanti.rnrnPaolo e Giulio Nodari sono nuovamente autori di un’ottima prestazione alla guida della Porsche 911 SC/RS Gruppo 4 messa loro a disposizione dalla Balletti Motorsport: il duo di Gambugliano si esprime al massimo sin dalla prima prova speciale nella quale staccano il quarto tempo assoluto duellando con l’ex F1 Erik Comas, che per qualche prova riescono a tener dietro diventando leaders del 3° Raggruppamento fino a quando il francese cambia passo dopo aver cambiato gomme. Concludono realizzando la quarta prestazione assoluta e conquistando il secondo posto di classe e di Raggruppamento che portano punti preziosi per il Campionato che ora li vede al secondo posto dietro proprio a Comas. Buona gara per Mario e Diego Pieropan che portano la BMW 2002 Ti in seconda posizione sia di classe che di 1° Raggruppamento realizzando la diciannovesima prestazione assoluta. Vittoria di classe e terzo posto nel 1° Raggruppamento per la Lancia Fulvia HF 1.3 di Massimo Giuliani e Claudia Sora, attardati da una foratura nel corso della quinta speciale. Quarta delle vetture all’arrivo l’Autobianchi A112 Abarth di Fabio Putti, al ritorno in gara dopo 25 anni, affiancato da Manuel Massalongo, assieme al quale ha festeggiato il terzo gradino del podio di classe. La lunga lista dei ritirati inizia col botto della Fiat 127 CL di Aldo Pantanella e Daniele Olivan a causa di un problema ai freni; escono di strada anche Stefano Maestri ed Andrea Ballini con la Lancia Fulvia HF 1.6 in un punto dove non c’è pubblico, con l’aiuto del quale avrebbero potuto rimetter la vettura in strada e continuare la gara. Problemi meccanici hanno poi fermato l’Autobianchi A112 Abarth di Fabio Stocchero e Mauro Savegnago, l’Opel Kadett Gt/e di Jody e Nico Pellizzari e la Fiat Ritmo 130 TC di Fiorenza Soave e Silvia Mosena. Grazie alle prestazione dei quattro equipaggi all’arrivo, la classifica delle scuderie consegna il secondo posto alla Squadra Corse Isola Vicentina che coi punti acquisiti ora segue di una sola lunghezza il Team Bassano nell’assoluta.rnrnBuone notizie sono arrivate anche dalla regolarità sport con quattro equipaggi nei primi dieci assoluti e la splendida prestazione di Diego e Fabio Coghi, che si piazzano al secondo posto con l’Opel Ascona 400 a sole due penalità dai vincitori Senna e Zaffani; di rilievo anche il quinto posto assoluto conseguito da Daniele Carcereri ed Alessandro Maresca su BMW 2002 Tii e due gradini più in basso, settimi, si piazzano Enzo Scapin ed Ivan Morandi. Chiudono la top ten Guido Marchetto e Roberto Zamboni, spettacolari ed efficaci con la BMW 320i. Soddisfacente anche la gara di Giampaolo Grimaldi e Nicolò Salgaro, primi della nona divisione con la Peugeot 205 Gti. Ciliegina sulla torta la vittoria nella classifica delle Scuderie. Mancano all’appello la BMW M3 di Fracasso – Zoso, la Mercedes 190 E 2.3 di Fracasso – Fracasso e l’Audi Quattro di Soldà – Bernardini, tutte ritirate per noie meccaniche.