Team Bassano con sei equipaggi all’Alpi Orientali

Penultimo importante appuntamento del CIR Autostoriche per la Scuderia tre volte Campione d’Italia. Buoni esiti dalle gare minori dello scorso fine settimana.

Romano d’Ezzelino (VI), 25 agosto 2015 – Sei gli equipaggi portacolori della Scuderia già tre volte Campione d’Italia che si preparano ad affrontare il Rally delle Alpi Orientali, nono appuntamento del CIR Autostoriche ed undicesimo del Campionato Europeo FIA. Nella Serie continentale, importante sarà la prestazione di Carlo Falcone e Pietro Ometto su Lancia Delta Integrale, attualmente al comando della classifica del 4° Raggruppamento a quattro gare dal termine; il duo dovrà concentrarsi esclusivamente sul Campionato Europeo visto che corre con una vettura del periodo J2 mentre per il CIR Autostoriche il compito di difendere i colori del Team Bassano sarà affidato alle tre Porsche 911, una RSR Gruppo 4 portata in gara da Agostino Iccolti in coppia con Giuseppe Ferrarelli, e le due SC Gruppo 4 di Luigi Alberti e Margherita Gregori, la prima, e la seconda che porterà per la prima volta in gara a Cividale del Friuli Jacopo Rocchetto e Matteo Valerio. Con la Fiat 131 Abarth Gruppo 4 saranno al via Giulio Pedretti e Davide Rossi per i quali l’obiettivo della Coppa Csai di classe si sta avvicinando sempre più, mentre Tiziano Nerobutto ritrova la figlia Francesca sul sedile della Volkswagen Golf Gti Gruppo 2 e sarà sicuramente uno dei protagonisti della gara dopo l’ottima prestazione di tre settimane fa al Rally Piancavallo. Per i cinque equipaggi anche il compito di cercare di conquistare punti importanti per la classifica delle Scuderie nella quale attualmente il Team Bassano è al comando.rnrnNello scorso fine settimana buone notizie sono arrivate dal Rally di Scorzè, nazionale per automoderne con le storiche e classiche ammesse in coda: nella prima categoria Cristiano De Rossi e Maurizio Palazzo si sono classificati secondi assoluti con l’Autobianchi A112 Abarth mentre non hanno visto il traguardo Riccardo Loro e Daniele Cazzador e la loro A112 Abarth a causa di un’uscita di strada, mentre per Matteo Cegalin e Gilberto Scalco il ritiro è dovuto a problemi tecnici della loro Alfa Romeo Alfetta GTV. Successo tra le autoclassiche per Gabriele e Matteo Alessandri su Fiat Ritmo 130 TC che hanno avuto la meglio sull’analoga vettura di Nico Bortolato e Piero Comellato.rnrnIn provincia di Grosseto si è corso il 1° Rally delle Colline Metallifere, rallyday per automoderne anche questo con le storiche in coda, nel quale ha svettato la Volkswagen Golf Gti di Massimo Giudicelli e Lorenzo Meini. In provincia di Trento si è invece corso lo Slalom dei Sette Tornanti nel quale Stefano Cracco ha portato in terza posizione assoluta la Renault 5 Gt Turbo, vincendo anche la propria classe di appartenenza.