Mondiale MX2 ad Assen Bernardini a ridosso della top ten in gara 2. Bella prova di Lesiardo nell’EMX 125

Quello che si è concluso domenica ad Assen, in Olanda, è stato un fine settimana positivo per il TM MX FMI Racing Team. Sia a livello mondiale che europeo i piloti della squadra italiana si sono tolti belle soddisfazioni.

Sabato sera è stata presentata ufficialmente la squadra azzurra che parteciperà al Motocross delle Nazioni il 26 e 27 settembre in Francia e di cui Samuele Bernardini farà parte insieme a Michele Cervellin e Ivo Monticelli. Parlando di quanto accaduto in pista, dopo le qualifiche MX2 chiuse in 19° piazza, nella prima manche di gara Bernardini è stato costretto al ritiro a causa di un problema tecnico. Nella seconda heat invece, dopo un ottimo scatto dal cancelletto grazie al quale è transitato 5° alla prima curva, Samuele non ha trovato il giusto ritmo ma è comunque passato sotto la bandiera a scacchi in 12° posizione. Punti importanti in vista degli ultimi GP in Messico del 13 settembre e negli Stati Uniti una settimana più tardi.rnrnIl tracciato di Assen è stato il teatro anche dell’ultimo round dell’Europeo MX 125. Morgan Lesiardo in gara 1 è stato autore di una buona rimonta: dopo una caduta in partenza ha terminato la manche in 12° piazza, mentre in gara 2 è stato davvero bravo e grazie ad una gara sempre al vertice ha chiuso 6°. Dal canto suo, Alessandro Manucci ha dimostrato di essere migliorato molto e se riuscirà ad non avere cali fisici durante la gara potrà sicuramente fare molto bene.rnrn“Bernardini ha dato buone indicazioni. ­– spiega il Commissario Tecnico FMI, Thomas Traversini ­- In gara 1 è caduto all’inizio e la sua rimonta si è interrotta a causa di una problema tecnico. Non avendo corso la prima manche, nella seconda ha avuto qualche difficoltà a prendere subito il ritmo e alla fine ha ottenuto un buon piazzamento. Lesiardo è stato davvero bravo: nella prima heat è scivolato in partenza, poi ha spinto dall’inizio alla fine. In gara 2 è scattato molto bene (Cislaghi era 1°, lui 3°), peccato che il pilota che lo precedeva si sia intraversato e Morgan per evitarlo abbia perso tempo. Manucci dà segnali di crescita continua, ma quest’anno è bersagliato dalla sfortuna, infatti in Olanda ha corso con il cosiddetto Fuoco di Sant’Antonio (virus che colpisce la pelle). Un commento sull’Europeo degli italiani? Nella 125 Lesiardo ha fatto vedere buone cose, ma nella parte centrale del campionato non è riuscito ad esprimersi come avrebbe voluto. Dal canto suo, Manucci ha avuto una crescita costante. Cislaghi è stato protagonista di una bella progressione nel corso dell’anno e Zonta ha mantenuto fede alle aspettative. Voglio mandare un grosso in bocca al lupo a Facchetti, cui auguro una pronta guarigione. Nell’EMX 250 Zecchina ha messo in pista una buona costanza di rendimento mentre Cervellin è stato condizionato dai due infortuni subiti nell’arco della stagione”.