Balletti Motorsport di ritorno dall’Elba!

Tutte all’arrivo le Porsche 911 schierate nell’ultima gara del CIR Autostoriche con Nodari in evidenza e Salvini che firma due scratch! Nel prossimo fine settimana si torna all’autodromo di Imola.

Nizza Monferrato (AT), 22 settembre 2015 – In archivio anche il Rallye Elba 2015 per la Balletti Motorsport che era presente nell’isola con cinque vetture, quattro delle quali all’arrivo.rnrnLa gara inizia subito con una notizia negativa: sulla 911 RSR Gruppo 4 di Alberto Salvini e Davide Tagliaferri si rompe un paraolio e dopo aver a fatica concluso la prima prova, il duo è costretto al ritiro; ripartirà nella seconda tappa con l’intenzione di macinare chilometri con la vettura di recente totalmente rivista e ci riesce nel migliore dei modi firmando due scratch nelle ultime due prove speciali.rnrnMolta attesa nel team Balletti c’era anche per la prestazione di Paolo Nodari e Mattia Franchin, insieme per la prima volta alla guida della Porsche 911 SC/RS Gruppo 4 con la quale miravano sia alla piazza d’onore nel CIR Autostoriche, quanto alla vetta della Michelin Historic Cup. Dopo una fase di studio sugli asfalti scivolosi, Nodari viaggia nelle parti alte della classifica confermando quanto di buon fatto vedere nelle gare precedenti; solo un problema generato da un ”fuorigiri” nel corso dell’ultima speciale, li rallenta e riescono a concludere grazie ad un provvidenziale intervento in assistenza: la gara non è compromessa e riescono a concludere con un’ottima settima piazza nell’assoluta e la terza di Raggruppamento e di classe che però non bastano ad agguantare il secondo posto nel CIR, dove conclude alle spalle di due piloti che di nome fanno Erik Comas e Federico Ormezzano!rnrnSoddisfatti all’arrivo di Capoliveri anche Giampaolo Mantovani e Luigi Annoni, quinti di classe con la Porsche 911 RS Gruppo 4; il pilota padovano al rientro in gara dopo oltre due anni, inizia la gara con cautela e prova dopo prova aumenta il feeling con la nuova vettura specie nella seconda tappa. Al traguardo di Capoliveri saranno diciottesimi assoluti nonostante una penalizzazione ad un controllo orario che costa loro due posizioni in classifica. Soddisfatti anche Giovanni Recordati e Marco Di Marco che portano all’arrivo senza alcun problema la loro Porsche 911 SC Gruppo 4 in sesta posizione di classe e nona di 3° Raggruppamento.rnrnIn gara c’era anche l’Autobianchi A112 Abarth di Massimo Gallione e Piercarlo Morino che dopo essersi classificata terza in “gara 1” del Trofeo A112 Abarth, non ha preso il via nella seconda tappa per un problema meccanico.rnrnrnNel prossimo fine settimana si torna a gareggiare in pista per il Campionato Italiano Velocità Autostoriche; sarà nuovamente l’Autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola ad ospitare il settimo appuntamento della Serie che vedrà al via la Porsche 935 Turbo di Mario Massaglia e la 911 RSR Gruppo 4 di Stefano Mundi e Riccardo Rosticci.