F1 Russia – Miglior tempo di Massa nelle FP2. Hulkenberg il più veloce nelle FP1

Gli pneumatici SUpersoft, portati per la prima volta ion Russia, non sono stati utilizzati a causa della pioggia. Previsto un migliramento meteo per sabato e domenica. Domani i team si concentreranno sulle simulazioni di gara.

Sochi, 9 ottobre 2015 – Felipe Massa è stato il più veloce nella seconda sessione di prove libere con il Cinturato Blue wet, mentre il miglior tempo della giornata è stato fatto registrare nella FP1 da Nico Hulkenberg, Force India, con gomme Yellow soft.rnrnPer la prima volta in Russia sono stati portati pneumatici soft e supersoft. La mescola più morbida del range non è però stata utilizzata a causa della pioggia: i team avranno, quindi, molto lavoro da fare domani.rnrnEntrambe le sessioni di prove libere sono state interrotte: la prima a causa di un versamento di gasolio sulla pista, che ha causato un ritardo di mezz’ora; la seconda a causa della pioggia, che ha fatto sì che pochi piloti scendessero in pista mentre gli altri hanno, invece, scelto di non uscire dai box.rnrnAl mattino, la Force India ha segnato per la prima volta il miglior tempo delle prove libere: Nico Hulkenberg è stato il più veloce con gomma morbida.rnrnLa maggior parte dei piloti ha iniziato la FP1 con gomme intermedie, anche se qualcuno è sceso in pista con gomme full wet.rnGli pneumatici da bagnato estremo sono stati, invece, utilizzati per tutta la FP2. Ciò significa che, ad eccezione dei P Zero Red supersoft, oggi sono stati utilizzati tutti i tipi di pneumatici portati a Sochi.rnrnTuttavia, a causa delle condizioni meteo e di quelle di pista, nessun tempo di oggi è stato davvero rappresentativo. I team avranno, quindi, molto lavoro da fare nelle FP3 di domani, per preparare la strategia e valutare i livelli di di usura e di degrado.rnrnPaul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: “È stata una giornata in gran parte inconcludente; ma fa parte delle corse. Peccato per i fan che non hanno potuto godere di molta azione in pista. Ma, con condizioni migliori previste per il fine settimana, ci attendono due giorni decisamente più emozionanti.rnLa superficie della pista non si è evoluta particolarmente rispetto allo scorso anno: trattandosi di un tracciato nuovo, l’asfalto è meno poroso e quindi l’acqua rimane per un po’ in superficie prima di essere assorbita.rnDomani i team avranno molto lavoro da fare nelle FP3: dovranno preparare le qualifiche e la gara in una sola ora”.