Rally Ronde Colli del Grignolino: Simone Miele e Silvia Spinetta brindano al Grignolino

Asti – Sono stati freddo pungente, vento e parabrezza ghiacciati ad accogliere nella mattina di domenica 22 novembre i concorrenti impegnati nella terza Ronde Colli del Grignolino, scattata alle 7.31 da Moncalvo. È stata una gara bella e frizzante che dopo 4 prove intense ha premiato il lombardo Simone Miele e la piemontese Silvia Spinetta, veri e propri dominatori della gara astigiana a bordo di una Ford Fiesta WRC della Top Rally. La giovane coppia – nello sport e nella vita – ha condotto un gara perfetta e senza sbavature, aggiudicandosi tre delle quattro prove speciali in programma.

Il 27enne pilota di Olgiate Olona ha ufficialmente preso il largo quando il rivale più insidioso, il ligure Strata, ha dovuto alzare bandiera bianca. Grazie a questa vittoria, lo score stagionale di Simone Miele inizia ad assumere toni importanti: in cinque partecipazioni con la Fiesta (4 nella configurazione Rrc ed una in Wrc) sono arrivate tre vittorie assolute e due secondi posti a testimonianza dell’alto livello raggiunto dal driver varesino e soprattutto dall’ormai sensazionale feeling raggiunto con la vettura, la Ford Fiesta del team Jipo Car ora gestita dalla Dream One Racing. Grande la soddisfazione di Simone soprattutto perché giunto insieme a Silvia che meritava di vincere un’assoluta.rnrnAlla fine, oltre alla gioia per la vittoria, c’è stato spazio anche ad una particolare dedica: “Questo successo va sicuramente ai ragazzi della Dream One Racing che lavorano sodo per gestire al meglio la Fiesta – dice Silvia Spinetta – ma soprattutto a Laura Bianco, compagna di Roberto Aresca, che ha subito un intervento molto delicato e che merita tutto il nostro affetto così come pure questa speciale dedica!”.rnrn[showpicr]2_pettenuzzo-tirone.jpg[/showpicr]Alle spalle dei vincitori si sono classificati i piemontesi Augustino Pettenuzzo ed Elio Tirone, su Ford Focus WRC della Meteco Corse, autori di una gara intelligente e costante, culminata con un podio più che meritato, il secondo consecutivo dopo la Ronde del Gomitolo di Lana. Sul terzo gradino del podio sono saliti Gianfranco Vedelago e Corrado Courthoud, su Mitsubishi Lancer R4. L’equipaggio della Meteco Corse ha condotto una gara tutta in crescendo ed ha raggiunto la terza posizione sulla prova speciale numero tre. Jacopo Araldo e Lorena Boero hanno concluso in quarta posizione con una Peugeot 207 Super 2000 della Meteco Corse ed hanno preceduto la coppia della Provincia Granda formata da Luca Arione e da una felicissima Elena Cestari su Peugeot 207 Super 2000.rnrnLa ragazza di Alba, poco attratta dalla Peugeot Super 2000, ha avuto modo di ricredersi strada facendo, tanto da entusiasmarsi all’inverosimile. Il duo toscano dei Federico, Gasepretti e Ferrari, è risultato il migliore tra le due ruote motrici, portando la Renault Clio R3C della Pistoia corse in sesta posizione assoluta, davanti a Massimo Marasso e Marco Canuto, su Peugeot 207 Super 2000 della Scuderia Etruria. Ottava piazza per l’ammiratissima Subaru Impreza A8 di Carlo Boroli e Mauro Nibbio, portacolori Biella Motor Team, che hanno preceduto la Ford Fiesta R5 della Eurospeed di Patrick Gagliasso ed Enrico Ghietti. Meritata decima posizione assoluta per l’idolo di casa Fredrik Fassio, navigato da Andrea Rossello sulla Abarth Grade Punto Super 2000 del New Driver’s Team.rnrn[showpicl]3_arione-cestari_foto_rally.jpg[/showpicl]Alessandro Gino e Marco Strata, rispettivamente su Mini Countryman WRC e Mitsubishi Lancer R4, si sono dovuti ritirare a causa di noie meccaniche che hanno colpito le loro vetture; un semiasse ha tradito il piemontese, mentre il ligure è stato fermato da un problema al motore, quando stava lottando con Miele per la vittoria. Da segnalare i premi speciali messi in palio dalla VM Motor Team: il miglior navigatore under 25, Andrea Rossello, ha primeggiato nel Trofeo dedicato a Federico Zanotti, mentre Fredrik Fassio ha vinto la coppa messa in palio per il miglior pilota moncalvese.rnrnIl miglior pilota under 25, Alessandro Pettenuzzo, è stato premiato con un corso di pilotaggio presso la scuola “Destra 6” di Paolo Ciuffi. La classifica femminile ha premiato Vilma Grosso e Chiara Lavagno con la Renault Clio. La gara delle auto storiche ha visto primeggiare Paolo Pastrone e Paola Migliore, su Opel Kadett della New Crazy Driver, davanti a Flavio Aivano e Matteo Quaglia, su su Opel Kadett del Team Bassano. Terza Posizione per Piero e Giuseppe Antinucci, su Alfa Sud della Meteco Corse.