Monster Energy Monza Rally Show: Rossi saldamente in testa dopo le speciali di oggi

Valentino si prende 30 secondi abbondanti su Toni Cairoli, primo degli inseguitori in classifica generale; Bosca precede Neuville ed i Brivio Bros chiudono il quintetto di testa.

Non era cominciata così bene, ieri sera, l’avventura per il pilota di Tavullia. Dopo la prima speciale Valentino Rossi si era piazzato soltanto in quinta posizione, a 2,2 secondi da un Toni Cairoli saldamente in testa. Davanti a lui Perico, Neuville e Brivio Roberto (Davide fa da navigatore al fratello, da qui la scritta Brivio Bros sulla vettura, ndr). Le prime parole della serata sono state “Nella prima speciale, nonostante l’errore in partenza, ho perso poco. – ha commentato Valentino – Sono soddisfatto della seconda e del feeling con la vettura, ho fatto una buona prestazione. Era la speciale più rallystica del rally perchè si fa tutta la pista al contrario e di notte. Sicuramente qui Neuville è dove può essere più competitivo sulla carta, quindi aver preso solo 1.6 secondi alla fine della PS2 è molto positivo”. Ma questo succedeva venerdì sera. Oggi è un’altra storia, tutta un’altra storia.rnrnSpeciale dopo speciale, Rossi è riuscito a guadagnare oltre 30 secondi sui diretti inseguitori, secondi importanti che lasciano presagire il possibile risultato finale di questa edizione del rally di Monza. Assente il rivale di sempre Dindo Capello, forse l’unico in grado di combattere ad armi pari in questo rally, essendo assiduo frequentatore di questa ormai consolidata kermesse.rnrnImportantissima la scelta delle gomme. Tra le speciali diurne e quelle notturne paga molto bene l’esperienza del Pesarese sulle scelte da operare per non essere penalizzati. Questo forse il motivo del distacco così importante di Vale dai rivali di classe.rnrnrn[showpicr]dscn0928.jpg[/showpicr]Valentino Rossirn“Tony Cairoli mi ha sorpreso in positivo, me lo aspettavo perchè l’anno scorso, verso la fine del Rally, fece buoni tempi e poi si è preparato abbastanza bene perchè ha già fatto il Rally Legend, gli piace molto guidare questa macchina. Speravo fosse un po’ più lontano, invece è molto veloce.rnrnNeuville è molto veloce nelle prove corte, mentre soffre di più in quelle lunghe; penso che con le sue gomme ha, forse, qualche problema rispetto a noi che montiamo Pirelli e riusciamo ad andare forte fino in fondo alla prova. Abbiamo 30 secondi di vantaggio è molto positivo bisogna cercare di continuare ad andare forte senza sbagliare. Anche l’anno scorso ero davanti di 14 secodni, poi ho sbattuto e da lì è andato tutto male, quindi bisogna rimanere concentrati”.rnrnrnMa torniamo per un attimo al primo dei “terrestri”, Toni Cairoli. Queste le sue dichiarazioni:rn[showpicl]dscn0924.jpg[/showpicl]“Abbiamo fatto un salto in avanti, anche se dobbiamo migliorare tanto nel settaggio della macchina. Non ho esperienza, quindi mi affido un po ai settaggi standard, però c’è molto miglioramento da fare da quel punto di vista se si vuole andare un po’ oltre.rnrnMi aspettavo di essere veloce perchè ho fatto più pratica degli anni scorsi quindi sono contento; mi mette un po’ in difficoltà la Gran Prix, più che altro perchè è pista, e faccio fatica nelle staccate quando devo guidare da pistaiolo, vado meglio nelle speciali in stile rally”. rnrnrnPiero Longhi dopo la quarta speciale della giornata era a 46.8 secondi da Valentino Rossi, un recupero importante da fare prima della fine della giornata.rn“Arrivare tra i primi tre se non succede niente a quelli davanti la vedo molto difficile. – commenta il pilota – Cercheremo di recuperare il più possibile, e non prendere troppo distacco sulle prove lunghe, proviamo a giocarcela con Perico che è un bel riferimento. Insomma per gli “umani” tipo me è più difficile competere con i primi tre, ma proveremo a dare il massimo nel Master Show, dove sono sicuramente più competitivo”.