Test di Jerez: le impressioni di Redding, Petrucci, Guidotti e Romagnoli

Con i test di Jerez si sono concluse le attività 2015 di OCTO Pramac Racing che può godersi lo stop invernale con la certezza di aver svolto un gran lavoro sia per quanto riguarda l’inserimento nel team di Scott Redding che nell’approccio con la nuova Ducati Desmosedici Gp su cui Scott e Petrux disputeranno la stagione 2016 di MotoGp.

Nei due giorni di lavoro a Jerez Danilo Petrucci (64 giri portati a termine oggi, 43 nella prima giornata) e Scott Redding (50 e 54) hanno lavorato molto per prendere confidenza non solo con la nuova moto ma anche con le gomme Michelin ed il nuovo pacchetto di elettronica, facendo anche registrare tempi (non ufficiali) molto interessanti.rnrnUscito questa mattina con un treno di gomme nuove il pilota britannico ha girato in 1’38.9 a soli 2 decimi dal miglior crono fatto registrare da Jorge Lorenzo nell’ultimo Gran Premio di Jerez. Per Danilo Petrucci un passo gara molto costante ed un crono di 1’39.2 registrato con le gomme usate.rnrnAl termine dei test grande soddisfazione per i due piloti e per i rispettivi crew-chief.