Formula Challenge: Tinaburri vince a Castelletto

Castelletto di Branduzzo – Si è concluso con la vittoria di Alessandro Tinaburri il 5° Challenge del Lupo, svoltosi al moto-autodromo di Castelletto di Branduzzo e organizzato dalla Scuderia piacentina Invicta.

Il portacolori della Scuderia Piloti Oltrepo, al volante di una Formula Gloria, ha così siglato con il proprio nome la chiusura di stagione dell’automobilismo in provincia di Pavia. Il pilota di punta del sodalizio vogherese presieduto da Giuseppe Fiori, si è imposto nella graduatoria assoluta a termine di un serratissimo duello con un altro specialista del settore, il bresciano Giacomo Pollini su di un Prototipo omonimo per i colori della Bresciarally giunto staccato di 2”21.rnrnCompleta il podio assoluto Mirko Venturato con la Formula Gloria C8 staccato di 8”38. Ottima la prova di Paolo Fulgoni (Piloti Oltrepo) con la Formula Gloria C8 Evo, giunto a 11”17 dal vincitore che per 27 centesimi di secondo relega al quinto posto assoluto il sempre efficace Graziano Rottini (Proto-Cigala Bresciarally), pilota abituato a risultati ben diversi. A completare la top ten si collocano poi nell’ordine: Fabio Apostoli (Proto VTS Junior), Giovanni Galli (Fiat X1/9), Giuseppe Zaniboni (Lotus Exige), Lorenzo Pippa (Lancia Delta) e Stefano Repetto (Fiat 500).rnrnNel primo raggruppamento, successo del lodigiano Gianmaria Marcomini (Citroen Saxo) davanti di 9”57 a Eugenio Bordi (106 Rally), e di 9”84 a Giancarlo Morcia (106). Quarto posto per Federico Covini con la Peugeot 106 rally che precede: Davide Deandreis (saxo) e Ercole Giorgi su di una vettura gemella.rnrnNel secondo raggruppamento, la vittoria è andata a Cristian Grimaldi con la Clio Williams Mediapont Racing, che ha preceduto di 4”06 l’ottimo Claudio Biglieri (Clio-Piloti Oltrepo) che, depositato il quaderno delle note, ha impugnato il volante per ben figurare anche in questa veste. Terzo posto per Alberto Biggi (Clio RS Lanterna Corse) a 7”32. Appena giù dal podio per 26 centesimi di secondo il portacolori della Scuderia Insubria Max Spina (Clio RS), quindi: Ido Barel Con l’Opel Astra e Tommaso Claudi Clio Williams. rnrnGianluca Bosio con la Renault Clio Super 1600 regala il successo nel 3° raggruppamento alla scuderia organizzatrice, precedendo i driver locali Andrea Salviotti (Fiat Punto Super 1600-Piloti Oltrepo) e Roberto Reino(Suzuki Swift R2) Alle loro spalle hanno chiuso: Marco Villa, Luca Bertoli e Augusto Oroci. Nel 4° raggruppamento ad imporsi è stato Alberto Moroni (Williams) che riesce a domare gli scatenati valeriano Toscani (Williams) e Giorgio Cogni (Peugeot 207) giunti nell’ordine alle sue spalle. Quarto posto per Andrea baratti (Fiat Stilo). Il raggruppamento 5 è stato siglato dal rallysta piacentino Elia Bossalini (Invicta) con la Renault Clio. Nella volata per il secondo posto Stefano Fantesini (Fiat Punto), ha avuto la meglio su Massimo Bruchellaro (Peugeot 106) per 78 centesimi di secondo. Giuseppe Zaniboni (Lotus) ha avuto ragione della Peugeot a metano di Christian Bussandri per 7”96. Terzo posto per Luca Capetta (Fiat Uno Turbo). Giovanni Galli vince il raggruppamento 7 con la Fiat X1/9 per 7”13 su Stefano Repetto (Fiat 500) e 13”83 su Marco Rigoli (Fiat 128). Le lancia Delta di Lorenzo e Marco Pippa, finite nell’ordine hanno relegato in terza posizione la Subaru Impreza di Giuseppe Iacomini nel raggruppamento 8. Il raggruppamento 9 rispecchia la classifica assoluta, mentre il decimo raggruppamento è andato a Francesco Liberato (Fiat 500 Giannini) davanti alla vettura gemella di Vincenzo Mascolo e alla Porsche 911 SC di Giovanni Emilio Rizzi.

rnrnrn[showpicc]2_giacomo_pollini_m.pompa.jpg[/showpicc]rnrn[showpicc]3_paolo_fulgoni_aecg.jpg[/showpicc]rnrn[showpicc]4_graziano_rottini_aecg.jpg[/showpicc]rnrn[showpicc]5_gianmaria_marcomini_m.pompa.jpg[/showpicc]rnrn[showpicc]6_andrea_salviotti.jpg[/showpicc]rnrn[showpicc]7_giovanni_galli_aecg.jpg[/showpicc]rnrn[showpicc]8_lorenzo_pippa_aegc.jpg[/showpicc]rnrn[showpicc]9_francesco_liberato_aecg.jpg[/showpicc]