Gabriele Tognozzi a segno al “Prealpi Master Show”

Il pilota di Buggiano, alla quarta prova del Challenge Raceday svoltasi nel trevigiano, con la Citroën DS3 R3 della GMA, ha firmato il secondo posto di classe. La mente adesso va al “Ciocchetto” di questo fine settimana, con la stessa vettura e sempre con al fianco Francesco Pinelli.

14 dicembre 2015 – Gabriele Tognozzi e la Citroën DS3 R3 stanno affiatandosi al meglio. Durante il fine settimana appena trascorso, il pilota di Buggiano ha chiuso al secondo posto di classe il 17° Prealpi Master Show, a Sernaglia della Battaglia (Treviso), quarta prova del Challenge Raceday Terra.rnrnCon l’esemplare della vettura “della doppia spiga” affidatogli dalla GMA, il portacolori del Jolly Club, affiancato Francesco Pinelli, ha dunque convinto con una prestazione effettuata in progressione nonostante avesse da conoscere la vettura ed anche gli pneumatici Yokohama utilizzati.rnrnLa gara trevigiana, che Tognozzi disputava per la prima volta, è stata un’esperienza dunque positiva. Estremamente veloce, tutta in terreno pianeggiante e con presenza di molte curve ad angolo cieco, dunque serviva conoscere a fondo le caratteristiche della vettura sia sul set-up, che nella la modulazione di frenata ed anche per la tenuta degli pneumatici usati, per la prima volta. E’ stato svolto un lavoro importante in previsione futura, che certamente tornerà utile per i prossimi due impegni della serie Raceday nel 2016, oltre che nella programmazione della stagione prossima nella sua interezza.rnrnForte di questa esperienza, Tognozzi guarda adesso al prossimo impegno, quello del “Ciocchetto” a Castelvecchio Pascoli, interamente dentro la tenuta del Ciocco, questo fine settimana. Sempre con la DS3 R3 della GMA, cercherà dunque di proseguire nel lavoro di feeling con la vettura, in questo caso su un asfalto che si prevede come consuetudine scivoloso, sul quale tornerà estremamente utile l’esperienza maturata sulla terra, buona per acquisire sensibilità di guida.rnrn“Siamo partiti in sordina – commenta Tognozzi – a parte che ci siamo presi un tempo imposto in avvio di gara, ma siamo andati comunque cauti perché era ancora una volta tutto nuovo. Pur se la vettura era lo stesso modello di quella usata in Val d’Orcia, era comunque completamente diversa ed anche gli pneumatici ho dovuto capirli. Comunque, abbiamo terminato l’impegno in crescendo, ci sarà ancora molto da fare e già da questa settimana al Ciocchetto contiamo di aggiungere ulteriore esperienza significativa in ottica 2016!”.