Ad Anselmetti e Marnetto il Neve & Ghiaccio Storico

Il duo della Talbot Lotus si aggiudica sia la gara di regolarità storica quanto la classifica combinata regolarità e slalom gigante! Grande la soddisfazione di NS Events per i commenti positivi a conferma della perfetta riuscita della manifestazione!

Biella, 08 febbraio 2016 – Nemmeno la fitta nevicata che si è scatenata sabato sera è riuscita a fermare la macchina organizzativa del Neve & Ghiaccio Storico 2016! La tanto attesa neve, che doveva esser uno degli “ingredienti” base della singolare manifestazione piemontese, è arrivata proprio nel momento in cui la bandiera a scacchi veniva sventolata agli equipaggi che andavano a terminare in perfetto orario la gara di regolarità nel Piazzale 1 della località sciistica di Bielmonte nel cuore dell’Area Zegna.rnrnIl tutto aveva avuto inizio nella fredda ma soleggiata mattinata di sabato 6 febbraio dal centro della graziosa, e tutta da scoprire, Rosazza; dopo le operazioni di verifica, alle 11.31 in punto è scattata la gara di regolarità che ha visto impegnati trentuno equipaggi, cinque dei quali al via con vetture moderne costruite dopo il 1° gennaio 1991. A precederle, quale succulenta entrée, la Lancia Fulvia “fanalone” di Guido Avandero subito seguita dalla sua Lancia Stratos “Alitalia” condotta nell’occasione da Roberto Ratto e Piero Sodano! Di spessore il parco vetture che andava a coprire un arco temporale dal 1959 sino al 2010. La gara si è snodata lungo un percorso piacevole e guidato di oltre 160 chilometri, gran parte teatro delle undici prove cronometrate tutte svolte regolarmente, al termine delle quali è risultato vincitore tra le vetture storiche l’equipaggio formato da Filippo Anselmetti e Silvia Marnetto su Talbot Sunbeam Lotus iscritti coi colori del Club Mille Miglia; alle loro spalle la Porsche 356 A Carrera di Giorgio Del Piano ed Alberto Gatto e podio completato dall’Innocenti Mini Cooper di Luigi Maria e Filippo Vigna, entrambi portacolori della Scuderia Giovanni Bracco. La classifica della nona divisione, quella delle auto del periodo J2 con classifica a parte come da regolamento, vede due piloti di rally storici dividersi le posizioni di testa con la vittoria che va a Dino Vicario in coppia con Alberto Galli su Lancia Delta 4WD (Rally & Co.) che precedono di un soffio Andrea Gibello e Mariangela Marzano su Ford Sierra Cosworth (BMT Scuderia Biellese); terzo posto per gli svizzeri Fabio Munnia e Francesco Palotti sulla rara Toyota MR2. Tra le vetture moderne il successo va alla Mini Cooper Cabrio del Valsessera Jolly Club di Andrea e Paolo Garampazzi davanti ai compagni di scuderia Marco Bertone ed Eugenio Piva su Fiat Seicento Sporting e alle brave Emanuela Vagli e Veronica Azzinari, vincitrici anche della classifica femminile, alla guida della Toyota Celica ST205 del Biella Motor Team.rnrn[showpicr]neveghiaccio_moderne.jpg[/showpicr]La prima giornata si è conclusa con la cena di gala all’Hotel Bucaneve e la successiva cerimonia delle premiazioni che ha visto la consegna oltre che dei premi come da regolamento, anche di un gradito riconoscimento a tutti gli equipaggi in gara e alle aziende che in gran numero e con entusiasmo hanno supportato l’evento.rnrnDomenica, seconda giornata della manifestazione, si è iniziato di buon’ora con la disputa dello slalom gigante sulla pista di Bielmonte finalmente innevata in modo naturale grazie all’incessante nevicata che ha offerto un panorama consono al periodo, rendendo però più difficile l’effettuazione della gara che si è comunque svolta senza alcuna sbavatura grazie all’efficienza dello staff di NS Events che ha curato tutti i dettagli alla perfezione e al prezioso contributo del Direttore di Gara Alfredo Delleani, gran regista anche sotto la neve. Dopo una prima discesa nella quale veniva preso il tempo ai venti sciatori che si sono presentati a gareggiare per altrettanti equipaggi, le altre due dovevano esser effettuate cercando di realizzare, o avvicinarsi il più possibile, al proprio tempo. Ne è scaturita un’avvincente competizione che ha rimescolato parzialmente le carte per la combinata, unica nel suo genere, “regolarità più slalom”; Filippo Anselmetti già vincitore col volante tra le mani, si è dimostrato molto preciso anche con gli sci e grazie alla quarta prestazione assoluta sulla neve si è anche aggiudicato il Trofeo messo in palio per la combinata; la gara sciistica porta bene anche alla famiglia Vigna grazie a Filippo, navigatore di papà Luigi Maria al sabato, che col sesto posto si ritrova secondo assoluto nella classifica globale, dopo il terzo ottenuto con le auto, mentre un notevole balzo in avanti lo compiono Fabrizio Roman ed Emanuele Morello, i quali devono ringraziare Raffaele Roberto che ha gareggiato con gli sci permettendo loro di risalire in terza posizione assoluta. Per la cronaca il più “regolare” tra gli sciatori è risultato Marco Bertone – in gara al sabato con la Seicento Sporting – con sole 29 penalità nelle due discese, con l’incredibile “zero” fatto registrare nella seconda; degna di menzione anche la prestazione del già citato Raffaele Roberto il quale scende con uno scarto di soli tre centesimi di secondo di differenza nelle due manches, realizzando un 19 nella prima e un 22 nella successiva.rnrnAl termine, nella tarda mattinata e con la neve che non accennava a diminuire, l’Hotel Bucaneve ha ospitato anche le premiazioni della combinata auto e sci al termine delle quali un soddisfatto Nicola Salin ha ringraziato l’efficiente staff di NS Events ed i numerosi collaboratori per la riuscita della manifestazione e dato l’appuntamento all’edizione 2017 agli equipaggi e loro accompagnatori che hanno vissuto una “due giorni” di alto livello sia per quanto riguarda la parte sportiva quanto per i lato conviviale.