MXGP: in Qatar vince Gajser, a giugno mondiale a Mantova

Si è aperta a Losail in Qatar la 57esima edizione del Campionato del mondo motocross. Nella classe regina MXGP la vittoria è andata allo sloveno Tim Gajser con la Honda del team italiano Gariboldi che ha vinto entrambe le manches davanti al Campione del mondo uscente Romain Febvre (Yamaha/FRA) e al russo del team Honda World Motocross Evgeny Bobryshev.

L’otto volte Campione del mondo Antonio Cairoli (RedBull KTM), al rientro dopo la frattura di due costole subita il 20 gennaio durante un allenamento in Sardegna ha disputato due buone gara, chiudendo sesto la prima frazione e quarto la seconda. Solo decimo il vincitore del GP Qatar 2015 Max Nagl (Husqvarna/GER) che aveva effettuato a Mantova lo shakedown prima della partenza per gli Emirati, sedicesimo Gautier Paulin (Honda World Motocross), partito benissimo in Gara 2 poi costretto al ritiro per un guasto. In MX2 ha dominato l’olandese Jeffrey Herlings (RedBull KTM) davanti al francese Dylan Ferrandis (Monster Energy Kawasaki) e al forte norvegese Paul Jonass (KTM Racing).rnrnEccellente ottavo posto per l’aretino Samuele Bernardini con la TM di Pesaro. Nel femminile la sabbia di Losail anche questa volta non è stata amica della 4 volte Campione del mondo Kiara Fontanesi (Honda) che ha ottenuto un positivo 5° posto, ha vinto la neozelandese Courtney Duncan (Yamaha) , davanti a Livia Lancelot (Kawasaki) e Nacy van de Ven (Yamaha) . Domenica 6 marzo si corre in Tailandia la seconda prova al SuphanBuri Motorsport Land a un’ora da Bangkok. Dirette televisive Mediaset Premium e Eurosport 2 Canale Sky 211. rnrnrnFabio Momina, telecronista per l’Italia del Canale televisivo Paneuropeo ha commentato così il primo GP della stagione: «La mia sensazione dopo il GP del Qatar è che la Honda quest’anno abbia fatto una formidabile passo avanti. Al di là dei meriti di Tim Gajser che è un grossissimo talento, era da tempo che non si vedevano tre Honda davanti e con un simile passo gara. Detto questo, spiega il popolare Momo, il pilota da battere per me resta sempre il Campione del mondo in carica Romain Febvre che ha disputato due buonissime gare, ha cercato in tutti i modi di vincere prendendo dei rischi e cadendo in Gara 2.rnrnPersonalmente l’ho visto molto in forma anche fisicamente. Parlando di Antonio Cairoli, dopo 8 titoli vinti è comprensibile che un atleta del suo valore non abbia la fame del cannibale già dalla prima prova. Ha saltato gli Internazionali d’Italia e non si è allenato in Belgio come nel passato, per questo la sua entrata in forma sarà giocoforza più lenta. In MX2 credo che Herlings, Ferrandis e Jonass saranno i protagonisti per tutto l’anno e mi complimento con Bernardini e la TM per un piazzamento di prestigio anche nell’ottica di crescita del cross italiano.rnrnDo appuntamento agli sportivi su Eurosport 2 per domenica 6 marzo con la copertura integrale del GP della Tailandia in diretta dalle 6 del mattino con Gara 1 MX2 e a seguire le altre 3 manches».rnrnrnLa MXGP farà tappa in Italia con Gran Premio di Lombardia Città di Mantova che il 25 e 26 giugno vedrà in pista la MXGP, MX2, Woman MX, e le classi continentali EMX 250cc ed EMX 125cc. Saranno circa 250 i piloti in gara provenienti da 22 diverse nazioni. Le immagini televisive saranno diffuse in 179 Paesi. Sarà un evento memorabile nell’anno che vede Mantova Capitale Italiana della cultura.rnrnRicordiamo che è possibile già da ora acquistare i biglietti in prevendita per GP di Lombardia Città di Mantova a prezzi scontati collegandosi al sito http://www.motocrossmantova.com rnrnrnRisultati GP Qatar: 1. Tim Gajser (SLO, HON), 50 punti; 2. Romain Febvre (FRA, YAM), 42 p.; 3. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 42 p.; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 34 p.; 5. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 33 p.; 6. Shaun Simpson (GBR, KTM), 30 p.; 7. Tommy Searle (GBR, KAW), 25 p.; 8. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 25 p.; 9. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 25 p.; 10. Maximilian Nagl (GER, HUS), 24 p.