SBK: gara 1 Rea batte Sykes; gara 2 Sykes batte Rea. 1-1 palla al centro

In una sfida a tre, la Kawasaki 66 trionfa sul compagno di squadra Jonathan Rea.

Gara 1rnrnDopo la fantastica doppietta ottenuta a Phillip Island, Rea si riconferma come il pilota più veloce anche al Chang International Circuit dove ha vinto Gara1 davanti al suo compagno di squadra Tom Sykes e al poleman Michael Van Der Mark. rn rnIl nord-irlandese della Kawasaki, nonché campione in carica, è stato il protagonista della corsa e, dopo aver scambiato la posizione con Sykes, è riuscito a tornare al comando e a batterlo all’ultimo giro.rn rnL’inglese, campione del WorldSBK 2013, si è dovuto accontentare della seconda posizione, conquistando così il suo primo podio stagionale, davanti a Micheal Van Der Mark. L’olandese della Honda, che qualche ora prima aveva conquistato la pole position, non ha fatto una grande partenza, ritrovandosi subito quinto e dopo un’uscita di pista è riuscito a rimontare e a conquistare il suo terzo podio consecutivo stagionale.rnrn[ligne][/ligne]rnrnGara 2rnrnAnche la seconda gara del round tailandese ha visto la coppia Kawasaki protagonista nelle prime posizioni: Tom Sykes e Jonathan Rea hanno dominato tutta la corsa e l’inglese ha conquistato un’incredibile vittoria, dando vita ad una battaglia davvero elettrizzante, difendendo la prima posizione con grande grinta.rn rnDopo una grande partenza di Sykes e Rea, alle loro spalle è avvenuto un contatto tra Micahel Van Der Mark e Chaz Davies che ha permesso al duo della Kawasaki di allontanarsi e il pilota Ducati è stato poi l’unico in grado di raggiungerli e di inserirsi nella lotta per la vittoria. rn rnTom Sykes ha conquistato la prima vittoria stagionale su un incredibile Rea e nel duello tra i due compagni di squadra ha fatto la sua parte anche Chaz Davies, che per un attimo si è messo tra Sykes e Rea dando fastidio al campione del mondo in carica. Il pilota della Ducati ha portato a casa un bel terzo posto, un risultato importante su una pista dove la sua Panigale ha sofferto, a soli tre decimi dal leader.rn rnQuarto tempo per Michael Van Der Mark, che per la prima volta quest’anno è rimasto giù dal podio, seguito dal compagno di squadra Nicky Hayden che ha ottenuto una buona quinta posizione dopo il ritiro a cui è stato costretto ieri, in Gara1, per problemi elettrici. Dopo la coppia Honda ha chiuso Sylvain Guintoli, sesto in sella alla Yamaha R1.rn rnDietro al francese ha terminato la coppia del team Althea Racing, su BMW, con il debuttante Markus Reiterberger davanti a Jordi Torres, mentre in nona posizione ha concluso Lorenzo Savadori, che ha fatto un’ottima prestazione sulla Aprilia del team IodaRacing, rientrando nuovamente nella top ten. A chiudere la top ten c’è Davide Giugliano e Matteo Baiocco ha siglato il tredicesimo crono, sulla Ducati del team VFT Racing, al posto di Fabio Menghi.rn rnDopo aver visto il suo compagno di squadra tornare alla vittoria, Rea punterà a tornare sul gradino più alto del podio nel prossimo appuntamento, sulla pista di Aragon, dove l’anno scorso Chaz Davies riportava la Ducati al top e conquistava la sua prima vittoria stagionale.