Bilancio positivo per la 25^ Salita del Costo

Tirate le somme a bocce ferme dopo l’entusiasmante svolgimento della cronoscalata vicentina che mancava da undici anni e che ora vuole tornare nei ranghi che le competono.rnrnTutto si è svolto con precisione, sicurezza e puntualità: una nuova sfida vinta dall’ACI Vicenza.rn​ rne dal Rally Club Team di Renzo De Tomasi.

Cogollo del Cengio (VI), 26 aprile 2016 – Un successo! Non è un’esagerazione, bensì il termine più adatto per giudicare l’esito della venticinquesima edizione della Salita del Costo a quarantott’ore dal termine della riuscita manifestazione. Nonostante l’esperienza accumulata in anni di organizzazione di rally e gare di regolarità, per il Rally Club Team di Renzo De Tomasi la cronoscalata vicentina è stata un nuovo banco di prova che ha messo a dura prova lo staff, ma una volta che l’ultima vettura ha tagliato il traguardo la tensione ha lasciato spazio ai sorrisi sui volti dei tanti infaticabili collaboratori. Difficile da misurare la gioia del primo cittadino di Cogollo del Cengio, Piergildo Capovilla, il quale ha toccato con mano dopo averlo fatto nel 2005 da Assessore allo sport, il movimento di persone che l’evento ha portato nella piccola cittadina ai piedi dell’Altopiano ribadendo una volta di più l’importanza della manifestazione soprattutto come promozione turistica e azzerando così le voci polemiche di chi, senza successo, ha tentato di ostacolarne lo svolgimento; sono stati non meno di quindicimila gli spettatori presenti nelle due giornate nonostante le incerte condizioni meteo e tenuto conto del fatto che alla domenica l’ingresso sul percorso era subordinato al pagamento del biglietto.rnrn“E’ giusto che tutti possano godere dei benefici di eventi che fanno promozione del territorio”: queste le parole di Valter Bizzotto Presidente dell’Automobile Club Vicenza ad evidenziare che le poche ore di chiusura della strada che sale all’Altopiano – nove in tutto nelle due giornate di gara – non hanno causato in nessun modo i paventati “danni per centinaia di migliaia di euro” alle attività di chi, Cogollo del Cengio lo guarda dall’alto. Men che meno hanno avuto disguidi sia la circolazione stradale grazie alle numerose e precise indicazioni per usufruire dei percorsi alternativi, quanto l’adunata degli Alpini in centro a Vicenza che secondo quanto letto su stampa locale, poteva esser condizionata dall’incognita di un fantomatico ed inesistente Rally di Asiago. Anche il Presidente del locale ACI è sicuramente tra i più soddisfatti e la sua presenza pressoché costante ne è stata la prova: basti ricordare che a tutte le vetture sia durante le prove ufficiali quanto in gara è stata sventolata prima dello start la bandiera tricolore che per due giorni è stata saldamente nella mani di un entusiasta Valter Bizzotto.rnrnIl successo ottenuto lo ribadisce anche Alessandro Rizzato, amministratore delegato della Rizzato Inox sponsor principale dell’evento, soddisfatto dell’andamento della gara sia a livello sportivo quanto promozionale.rnrnTanta passione, sport, agonismo e promozione turistica: questo è stata la venticinquesima della Salita del Costo per la gestione della quale va il ringraziamento da parte del Rally Club Team a tutti coloro i quali hanno contribuito in qualsiasi modo alla riuscita della manifestazione la quale ha avuto un’importante seguito anche a livello mediatico e nei prossimi giorni una sintesi della gara sarà diffusa anche in televisione grazie alla presenza delle telecamere di Italia Motori.