Gustavo sandrucci il più veloce in qualifica

Misano (RN) – Il weekend di Misano, teatro della seconda prova stagionale della RS Cup, si apre all’insegna di Gustavo Sandrucci (Melatini Racing).

Il trentaseienne pilota viterbese ha infatti stabilito il miglior responso cronometrico sia nei venti minuti iniziali della qualifica sia nella superpole come al solito riservata ai migliori cinque. Prima casella in griglia dunque per lui (che divide l’abitacolo con il romano Giorgio Colombini) già questa sera alle 20.00 per Gara 1.rnrnCondizioni climatiche e di asfalto perfette per la qualifica con tutti i protagonisti subito alla ricerca del miglior tempo. A mettersi subito in luce sono i giovani Matteo Bergonzini e Giuseppe Montalbano, entrambi con i colori della Monolite, così come l’esperto Fabrizio Tablò (Faro Racing). Particolarmente a loro agio anche il duo della 4×4 Explorer con Felice Jelmini e Giacomo Trebbi, quest’ultimo mattatore della prova di Imola e di casa a Misano essendo di Cattolica, nella top five con Jelmini anche autore a lungo del miglior tempo provvisorio. Ad interrompere la sua egemonia proprio Sandrucci (subentrato a Colombini) che al primo tentativo utile stabilisce il terzo tempo e al successivo passaggio segna il miglior responso davanti dunque a Jelmini, Trebbi, Tablò e Montalbano di soli 17 millesimi davanti a Barbolini/Bergonzini.rnrnProprio Montalbano è il primo ad entrare in pista per il suo unico giro di superpole, dimostrando una nuova consapevolezza dei propri mezzi effettuando un giro pulito senza errori nè incertezze per la sua miglior qualifica della sua esperienza in RS Cup. Alle sue spalle finiscono così, racchiusi in soli 17 millesimi, Jelmini, Trebbi e Sposito subentrato a Tablò. Non però Sandrucci che, nonostante l’attesa, non perde la concentrazione e fa segnare nuovamente il miglior tempo.rnrnQuesta sera alle 20 già il via di Gara 1 sulla consueta distanza dei 20 minuti. Domani alle 15.15 il via di Gara 2. Entrambe saranno visibili in diretta streaming sia sul canale You Tube del Gruppo Peroni Race che sul sito http://www.gruppoperonirace.it