Va a Luca Pedersoli e Anna Tomasi l’edizione n° 40 del Rally 1000 Miglia

Brescia- Si è conclusa con Luca Pedersoli e Anna Tomasi sul gradino più alto del podio, l’ edizione numero 40 del Rally 1000 Miglia. Gara condizionata dal cattivo tempo, in con pioggia e grandine hanno reso ancora più impegnativa la manifestazione bresciana, soprattutto nella seconda frazione di gara.

Pedersoli è andato al comando della gara sin dalla prima insidiosa prova speciale sulla quale ha attaccato a fondo cercando di frapporre fra se e gli avversari, quanto più tempo possibile. Un attacco che ha dato i suoi frutti soprattutto dopo la seconda frazione, nella quale non ha lasciato spazio agli avversari, vincendola, portando il suo vantaggio a 28″9 su Tobia Cavallini.rnrnIl bravo driver toscano, navigato da Sauro Farnocchia sulla Ford Fiesta WRC, ha cercato di rintuzzare gli attacchi di quanti puntavano al podio, e difendere la seconda piazza.rnrnÈ stato infatti il comasco Corrado Fontana, navigato dal ligure Nicola Arena, a superare Cavallini nella parte finale della gara, riuscendo a conquistare la seconda piazza dopo aver trovato il giusto feeling con la Hyundai I20 sulle prove speciali più impegnative.rnrnIl secondo giro di prove, condizionato dal meteo, vede l’annullamento della “Irma 2″ a causa di una forte grandinata, nelle due successive Fontana sferra l’attacco, firma due scratch e chiude a 5” da Pedersoli felicissimo per la vittoria proprio nella quarantesima edizione, primo pilota bresciano del terzo millennio ad iscriver due volte il proprio nome nell’albo d’oro.rnrn[showpicr]biglieri__lo_presti.jpg[/showpicr]La settima edizione del Rally 1000 Miglia Storico vede la vittoria di Marco Superti e Claudio Quarantani su Porsche 911 SC Gruppo 4, precedendo Lorenzo Colbrelli e Roberto Berardi sull’Audi Quattro Gruppo B. Positivo il debutto di Beniamino Lo presti affiancato da Claudio Biglieri sulla Porsche 911 Sc ex Musti, il quale ottinene il 7° posto assoluto e 4° di classe.rnrnTornando a Superti, oltre alla vittoria assoluta va anche il primato nel 3° Raggruppamento mentre “Cobra” si aggiudica il 4°; il podio viene completato dalla Porsche 911 SC di Roberto Montini ed Andrea Fascio.rnrnA Silvano Pasetto e Giuseppe Morelli su Porsche 911 S la vittoria nel 2° Raggruppamento. La gara, flagellata dalle pessime condizioni meteo nel secondo giro, è stata conclusa da undici dei sedici equipaggi partiti.rnrnrnClassifica: 1. Pedersoli-Tomasi (Citroen C4 Wrc) in 1:00’54.4; 2 Fontana-Arena (Hyundai I20 Wrc)a 5.0; 3.Cavallini-Farnocchia (Ford Fiesta Wrc) a 1’06.3; 3. 4. Bosca-Orian (Ford Fiesta R5) a 1’19.8; 5.Tononi-Comini (Ford Fiesta WRC) a 1’48.8; 6. Zecchin-Vettoretti (Peugeot 208 R5) a 2’25.8; 7. Catterina-Michi (Ford Fiesta R5) a 2’49.7; 8.Roveta-Castiglioni (Peugeot 208 R5) a 3’04.0; 9. De Tisi-Pollet (Ford Fiesta WRC) a 3’19.1; 10. Bianco-Lamonato (Skoda Fabia R5) a 3’40.5.rnrnClassifica Campionato Italiano WRC: 1. Pedersoli Luca (Citroen C4 WRC) 21; 2. Cavallini (Ford Fiesta WRC) 20; 3. Porro Paolo (Ford Focus WRC) 15; 4. Fontana Corrado (Hyundai I20 WRC) 12; 5. Zecchin Emanuele (Peugeot 208 R5).